Scuola, incontro tra la vicesindaco e il ministro Fioramonti: "Chiesto un fondo per gli edifici storici"

La Mannucci al termine del colloquio promosso dall'Anci: "I finanziamenti pubblici prediligono la sostituzione degli istituti rispetto alla loro manutenzione, ma non vogliamo rinunciare a perdite importanti dal punto di vista culturale"

La manutenzione straordinaria degli edifici scolastici storici di Livorno è stata al centro dell'incontro, promosso dall'Anci, avuto dalla vicesindaco Monica Mannucci con il ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti e andato in scena a Roma nella mattina di mercoledì 13 novembre. Da un po' di tempo le scuole cittadine sono finite sotto la lente d'ingrandimento, come testimoniano le numerose proteste degli studenti del Niccolini Palli per le condizioni del loro istituto che hanno portato diversi studenti a sentirsi male a causa della muffa, o la chiusura alle Micheli di tre aule a causa di infiltrazioni. "Il Comune - ha sottolineato Mannucci - sta intervenendo su tutte le strutture per renderle più sicure e accoglienti e ha destinato oltre un milione di euro per questo tipo di interventi. Per quanto riguarda gli edifici storici ho chiesto un fondo dedicato alla loro manutenzione ordinaria e straordinaria ". 

Scuola media San Gaetano ex Pazzini-2

Manutenzione scuole livornesi: lavori in Corea, alle ex Pazzini e alle Del Borro

Il Comune aveva giò partecipato al bando triennale edilizia scolastica 2015-2017, ottenendo finanziamenti pari a 3 milioni di euro per la costruzione di una scuola per l'infanzia a due sezioni, per 150 bambini in Via Coltellini zona Corea. E ulteriori 700 mila euro per la ristrutturazione delle ex Pazzini (lavori che inizieranno nel 2020). Inoltre, nel programma triennale 2018-2020, l'amministrazione riceverà oltre 5 milioni di euro per la realizzazione delle nuova sede della scuola Dal Borro, la cui costruzione è prevista per la fine del 2020.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mannucci: "La dismissione di scuole storiche sarebbe una perdita importante per il nostro patrimonio artistico"

Per quanto riguarda gli edifici storici invece, nel 2020 saranno appaltati lavori per un valore di circa 3 milioni di euro anche se, secondo quanto affermato dalla vicesindaco "rimane comunque la difficoltà di affrontare importanti interventi di ristrutturazione nelle scuole storiche in quanto i finanziamenti pubblici prediligono la sostituzione edilizia. La loro dismissione sarebbe una perdita per il patrimonio artistico e culturale della nostra città e una perdita d'identità dei cittadini livornesi". Nel caso delle Micheli, che rientrano nell'ambito proprio degli edifici storici, l'amministrazione ha già effettuato una prima ricognizione che ha portato a un successivo intervento di manutenzione ripristinando, momentaneamente, le condizioni di sicurezza. Durante la prossima pausa estiva saranno completati il rifacimento, l'impermeabilizzazione del tetto e sottotetto dell'intera scuola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia: barche, biciclette e bottiglie sul fondale dei fossi più puliti. Le foto

  • Coronavirus Livorno, 3 morti e 9 nuovi positivi tra città e provincia: il bollettino di sabato 4 aprile

  • Coronavirus, autocertificazione per "matrimonio": Nicola e Virginia sposi con la mascherina

  • Coronavirus Livorno, ecco come richiedere il buono spesa. Salvetti: "Disponibile per il weekend"

  • Coronavirus, traffico di gente in via Cairoli ripreso da un autista "sceriffo". Video

  • Coronavirus, un morto a Vada e 15 nuovi positivi tra Livorno e provincia: il bollettino di mercoledì 1 aprile

Torna su
LivornoToday è in caricamento