Scuole Fattori, la protesta dei genitori ferma le lezioni nell'atrio: "Garantire la sicurezza dei nostri figli"

I bambini, entrati dopo un'ora rispetto all'orario previsto, sono stati smistati in due classi separate. La vicesindaco Libera Camici: "A breve una soluzione definitiva"

È stato un rientro in classe movimentato alle scuole elementari Fattori, nella mattina di oggi lunedì 14 settembre, dove i bambini di una quarta, al termine di una protesta dei genitori, sono entrati in aula soltanto un'ora dopo l'orario di ingresso previsto. A scatenare la rabbia delle madri e dei padri degli alunni, la decisione dell'istituto di alternare mensilmente le due quarte tra aula e atrio, vista la mancanza di spazi sufficientemente capienti per garantire il distanziamento fisico imposto dalle norme anti-Covid. Una decisione, secondo quanto riportato dai genitori, che sarebbe stata comunicata soltanto pochi giorni prima l'apertura dei cancelli: "L'atrio pare che non sia a norma - ha tuonato la madre di uno dei bambini - e inoltre l'unico ricircolo di aria presente proviene dai bagni. I nostri figli, se non viene fatta chiarezza, qua non entrano". Fortunatamente questa soluzione, alla fine, è stata scongiurata grazie all'intevento della vicesindaco Libera Camici e della dirigente Luisa Filippini che hanno deciso di smistare i bambini in due classi. 

Scuola, si torna in classe: le nuove regole per genitori e figli su mascherine e febbre

Fattori, lezioni nell'atrio. I genitori: "Preoccupati per i nostri figli"

"Questa decisione non la riteniamo valida anche perché ce l'hanno comunicata soltanto il 10 settembre - racconta un genitore -. Da quel giorno le informazioni che sono arrivate circa la collocazioni delle classi sono state discordanti e questo ha fatto crescere la preoccupazione. I nostri figli non vedevano l'ora di tornare a scuola, ma noi, adesso, siamo preoccupati". Soltanto un incontro tra i rappresentanti dei genitori, la dirigente scolastica Luisa Filippini e la vicesindaco Libera Camici ha sbloccato la situazione, con i bambini che, suddivisi in due gruppi collocati in due aule diverse, hanno così finalmente fatto il loro ingresso in classe. 

La vicesindaco: "Soluzione in tempi brevi"

libera camici (2)-2-3

Una soluzione al momento temporanea, con i diversi piani organizzativi per l'immediato futuro che sono stati illustrati dalla vicesindaco: "La prima alternativa, trovata già dal precedente dirigente ma che non è stata ritenuta idonea dai genitori, era appunto quella di dare la possibilità ai ragazzi di rimanere all'interno del proprio plesso sfruttando l'atrio superiore, messo opportunatamente in sicurezza coprendo con delle pannellature le scale e ogni pericolo che ci potesse essere. La nuova dirigente - ha proseguito - ha quindi prospettato l'eventualità di usufruire di alcune aule disponibili alle Rodari. Stiamo inoltre valutando la possibilità di abbattere un muro per unire due aule in una e, a questo proposito, abbiamo già allertato i tecnici che verranno immediatamente a fare un sopralluogo". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Dobbiamo tenere in considerazione che si tratta di un momento di emergenza e di straordinarietà - ha concluso Camici -. Abbiamo già trovato soluzioni per altre scuole che avevano carenze di spazi individuando luoghi alternativi. In tempi brevi, probabilmente già a partire da dopo le elezioni, dovrebbe essere individuata l'opzione migliore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rosignano, tromba d'aria scoperchia case e devasta il Circolo Canottieri: diversi feriti. Video

  • Scuola, vietato ammalarsi: il protocollo Covid "imprigiona" le famiglie. Le mamme: "Servono test più rapidi e meno invasivi"

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse a Livorno venerdì 25 settembre: previsti temporali, vento e mareggiate

  • Terremoto Livorno, cda dimissionario: i soci isolano Navarra, il futuro è un'incognita. E il presente una vergogna

  • Caos Livorno, Spinelli attacca: "Cacciato da tifosi e stampa. Tornerò nel calcio, ma non qui"

  • Iti Galilei, anche un insegnante positivo al Coronavirus: quarantena per 200 persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento