Sequestrata area archeologica utilizzata come rimessaggio barche

Operazione della guardia di Porto Santo Stefano: al termine delle indagini i responsabili sono stati segnalati all'autorità giudiziaria

I finanzieri della sezione operativa navale delle fiamme gialle di Porto Santo Stefano hanno sequestrato un'area archeologica a "Porto Romano di Maestrale", nel complesso di "Villa Domiziana", in quanto, nonostante fosse soggetta a vincolo paesaggistico, veniva usata impropriamente come rimessaggio barche. Le indagini hanno permesso di individuare due responsabili, segnalati all'autorità giudiziaria, per l'uso dell'area incompatibile con il carattere storico ed artistico del luogo. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

Torna su
LivornoToday è in caricamento