menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spiagge libere, sequestrati ombrelloni e lettini abusivi da Castiglioncello fino a Cecina

Operazioni di guardia costiera e Finanza. In totale sono stati rimossi centinaia tra lettini, sdraio e ombrelloni che si trovavano su oltre 5 km di litorale

Due nuovi operazioni per contrastare l'occupazione abusiva delle spiagge libere sono state messe in atto dalla guardia costiera e dalla Finanza di Livorno. In entrambi i casi, in totale, sono state sequestrate centinaia di attrezzature balneari le quali venivano lasciate sui litorali, da Castiglioncello fino a Cecina, per "prenotare" i posti migliori il giorno successivo e che occupavano circa 5 km di litorale. 

L'intervento della capitaneria di porto, riguardante il progetto "Mare sicuro",  è volto a garantire il libero accesso e la possibilità per tutti di fruire delle spiagge pubbliche. Per questo, in collaborazione con la polizia municipale di Cecina, ieri, martedì 11 agosto, sono stati controllati gli arenili di VadaMazzanta, da dove sono state rimosse circa un centinaio di attrezzature balneari (ombrelloni,sdraio, lettini, gazebo) lasciate per occupare i posti migliori per il giorno successivo. Sette persone sono state individuate e sanzionate in violazione delle ordinanze balneari emanate dai comuni costieri.

Immagine Servizio - Occupazione abusiva demanio-2

Le fiamme gialle invece si sono concentrate, nella mattina del 30 luglio, sulla caletta di Castiglioncello. In un'area di circa 300 metri quadrati, destinata alla libera fruizione della collettività, erano stati posizionati - abusivamente - alcuni ombrelloni e una serie di lettini. I finanzieri hanno accertato che un concessionario, autorizzato al solo noleggio di attrezzature balneari e privo di qualsiasi concessione prevista per l'utilizzo dell'area demaniale, aveva posizionato queste strutture in un tratto di spiaggia libera demaniale, rendendolo di fatto un vero e proprio stabilimento balneare privato ed abusivo. Le attrezzature balneari sono state sequestrate liberando il litorale dagli ingombri e restituendo nuovamente il tratto di spiaggia al libero uso.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento