Servizio civile, iniziata l'avventura di 69 giovani. L'Asl: "Percorso formativo importante"

Chi ha superato le selezioni sarà impegnato per 25 ore settimanali suddivise in 5 giorni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato da parte dell'Asl riguardante l'inizio del servizio civile per 69 giovani. 

Parte oggi, mercoledì 24 giugno, l'avventura dei 69 giovani selezionati dall'Asl per i cinque progetti di servizio civile  universale presentati sul territorio di Livorno, Lucca, Massa, Pontedera (Pisa) e Versilia. "I volontari – spiega la responsabile aziendale del servizio civile, Rossana Guerrini – debitamente informati, inizieranno un percorso formativo che gli consentirà, per i prossimi 12 mesi di essere attori veri e propri del nostro sistema sanitario con occupazioni prevalenti nell'ambito dell'accoglienza e dell'accompagnamento all'utenza, soprattutto per le categorie fragili come anziani o disabili, facilitando la fruizione dei molteplici percorsi".

Il servizio civile regionale opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell'inclusione e dell'utilità sociale nei servizi resi, anche a vantaggio di un potenziamento dell'occupazione giovanile. In questo periodo i giovani sono retribuiti con un assegno mensile pari a 440 euro. I progetti presenti dall'azienda sanitaria prevedono un impegno di 25 ore settimanali da effettuarsi nell'arco di cinque giorni.

Il volontario, prima di essere inserito a supporto dei percorsi all'interno delle sedi, effettua un percorso formativo di 42 ore di formazione generale finalizzata a fornire informazioni sul servizio civile e sulle modalità di lavoro in team e 72 ore di formazione specifica relativa alle modalità organizzative e operative della struttura alla quale è assegnato.  

Torna su
LivornoToday è in caricamento