rotate-mobile
Sabato, 25 Giugno 2022
Cronaca

Sicurezza, a Livorno reati in calo dell'11,2% rispetto al primo trimestre 2018

I dati del Viminale dicono che nei primi tre mesi dell'anno la criminalità in città si è ridotta. Diminuiti anche gli immigrati ospiti nelle strutture di accoglienza

Calano i reati nel primo trimestre del 2019 e a dirlo non sono i candidati sindaco negli ultimi giorni di campagna elettorale, ma i dati diffusi in una nota dal Viminale. Per quanto riguarda la Toscana, il dato complessive delle denunce fa registrare un -9,4% rispetto allo stesso periodo del 2018: in particolare, la diminuzione massima interesa Grosseto (.25,5%), con Lucca (-16,9%), Siena (-16,8%) e Prato (-12,3%) subito dietro. Segno meno anche a Livorno, dove si registra un calo dei reati dell'11,2%, Pisa (-8,7%), Massa Carrara (-8,1%), Arezzo (-7,1%), Firenze (-5,4%) e Pistoia (-2,8%).

Si riducono anche gli stranieri ospiti delle strutture di accoglienza. In tutta la regione erano 11.478 al 13 maggio 2018, diventati 8.321 al 13 maggio 2019 (-27,5%): a Arezzo -37,35%, -24,87% a Firenze, -38,31% a Grosseto, -37,2% a Livorno, -23,9% a Lucca, -24,27% a Massa Carrara, -25,56% a Pisa, -15,52% a Pistoia, -23,97% a Prato, -29,87% a Siena. 

Salvini: "Numeri rassicuranti ma non basta"

"Vogliamo fare sempre di più e meglio - spiega il ministro dell'Interno, Matteo Salvini-. I numeri sono rassicuranti, ma non ci accontentiamo. Abbiamo segnalato agli amministratori locali nuovi strumenti, in collaborazione con le prefetture, per aggredire le grandi piazze dello spaccio, isolare balordi e sbandati, per effettuare sgomberi". Salvini auspica infine che "i sindaci sappiano utilizzarli al meglio, mentre il piano che rinforzerà tutte le questure di Italia sarà decisivo per ridurre ulteriormente la criminalità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza, a Livorno reati in calo dell'11,2% rispetto al primo trimestre 2018

LivornoToday è in caricamento