rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Sistemi Logistici, ecco il piano del Polo Universitario per il 2020: borse, assegni e dottorati di ricerca

L'incontro con il rettore pisano per tracciare le linee di sviluppo del prossimo anno. Previsti nuovi investimenti per percorsi di alta formazione

Investire. Ancora e più di prima. Perché i risultati, lo dicono i dati, sono più che soddisfacenti soprattutto a livello di placement. Il piano di sviluppo per il 2020 del Polo Universitario Sistemi Logistici di Livorno dell'Ateneo pisano è stato tracciato: borse di studio, assegni e dottorati di ricerca da attivare per favorire l'alta formazione e aumentare l'attrattività dei corsi di laurea "livornesi". È quanto emerso dalla riunione dello scorso 29 agosto a Villa Letizia, dove per il "Comitato strategico e di indirizzo" si sono riuniti il rettore dell'Università di Pisa, Paolo Mancarella, il sindaco di Livorno, Luca Salvetti, il presidente Fondazione Livorno, Riccardo Vitti, il presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Settentrionale, Stefano Corsini, e, naturalmente, il direttore del Polo, Gianluca Dini.

Investimenti per l'alta formazione: ecco le linee guide per il 2020

"Il Comitato - fanno sapere dal Comune - è stata l'occasione per tracciare le linee di sviluppo per il 2020. Il progetto futuro è di ampliare gli investimenti per favorire la formazione dei giovani laureati e a questo scopo è prevista l'attivazione di borse, assegni e dottorati di ricerca con l'obiettivo di creare sinergie tra l'ateneo, le istituzioni e il mondo produttivo. La riunione è inoltre servita per fare il punto sui risultati conseguiti finora con l'attivazione della nuova laurea magistrale in Management e Controllo dei Processi Logistici e il consolidamento di quella triennale esistente in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici".

Opportunità lavorative con i corsi di laurea livornesi

Anno dopo anno quest'ultimo percorso di studi ha infatti incrementato la sua attrattività, con circa centocinquanta nuovi iscritti ed un numero sempre maggiore di fuori sede, successo che deriva anche dagli "ottimi risultati a livello di placement. Come infatti dimostrano gli ultimi dati AlmaLaurea - concludono dal Comune -, il 50% dei laureati in Economia e Legislazione dei Sistemi Logistici il inizia a lavorare entro 3 mesi dal conseguimento del titolo e nel 15% dei casi la laurea ha dato la possibilità di cambiare lavoro e di crescere in termini di carriera".

Alla riunione di Villa Letizia hanno inoltre partecipato per l'ateneo pisano, Alessandro Balestrino, in rappresentanza dei dipartimenti universitari coinvolti, Barbara Bonciani, assessore al Porto con delega all'Università del comune di Livorno, e Simone Gagliani e Claudio Capuano per l'Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno Settentrionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sistemi Logistici, ecco il piano del Polo Universitario per il 2020: borse, assegni e dottorati di ricerca

LivornoToday è in caricamento