rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Rosignano Marittimo

Mare e oceani inquinati, Europa Verde porta il "disastro ambientale a Rosignano" al Parlamento europeo

In occasione dell'evento "Toxic Waters. Stop polluting our seas!" organizzato dal gruppo parlamentare srà proiettato un documentario sullo stato di inquinamento delle zone limitrofe ai siti industriali di Rosignano

Accendere i riflettori sull'inquinamento dei nostri oceani e dei nostri mari. È questo il senso dell'evento  "Toxic Waters. Stop polluting our seas!", organizzato per mercoledì 15 giugno al parlamento europeo dall'eurodeputata Eleonora Evi, co-portavoce nazionale di Europa Verde, in collaborazione con Surfrider Foundation Europe. Un appuntamento che, tra l'altro, avrà in programma un focus, con tanto di supporto video, sullo stato delle acque nelle zone limitrofe ai siti industriali di Rosignano Marittimo. "Secondo i dati delle Nazioni Unite - attacca Eleonora Evi - la sopravvivenza di oltre 3 miliardi di persone dipende dagli ecosistemi marini e dalla conservazione della loro biodiversità, ma il 40% degli oceani è soggetto a inquinamento, sfruttamento delle risorse ittiche, perdita di habitat costieri e altri effetti delle attività umane. Ecco perché questo dibattito è un'occasione preziosa per accendere i riflettori sull'inquinamento dei nostri oceani e dei nostri mari e sulle conseguenze a catena che questo fenomeno comporta sulla salute e sull'ambiente". Momento importante dell'incontro, come detto, la proiezione di un documentario sullo stato di inquinamento delle zone limitrofe ai siti industriali di Rosignano. "Dove la Solvay, la più grande sodiera d'Europa, da decenni - dicono da Europa Verde - sversa in mare metalli pesanti bioaccumulabili, contaminando il mare e il litorale, che infatti rientra tra i 15 tratti costieri più? inquinati del Mediterraneo". 

Tetti (Europa Verde Toscana): "A Rosignano un vero disastro ambientale"

"Quello in atto nelle acque di Rosignano è un vero e proprio disastro ambientale - dice Eros Tetti, portavoce di Europa Verde Toscana -. La Toscana purtroppo è maglia nera in questo: acque inquinate che attraversano i SIN non bonificati e falde acquifere distrutte e contaminate sulle Alpi Apuane nel nord della regione. È quindi ancor più esasperante constatare che, a pochi mesi dall'inserimento della tutela ambientale in Costituzione, il nostro ministro della ‘transizione ecologica' si sia affrettato a rinnovare l'Autorizzazione integrata ambientale (Aia) alla multinazionale Solvay, consentendole così di continuare a sversare i residui della propria produzione chimica in mare per altri 12 anni".  

"Bisogna mettere in atto una politica seria e previdente - conclude infine Evi -, che metta al primo posto la salute di cittadini e ambiente, non i profitti delle multinazionali. Con questo evento vogliamo pertanto portare la dovuta attenzione sullo stato di salute dei nostri mari e oceani, nonché sulle misure necessarie ad arginare un fenomeno che ha ormai assunto dimensioni allarmanti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mare e oceani inquinati, Europa Verde porta il "disastro ambientale a Rosignano" al Parlamento europeo

LivornoToday è in caricamento