Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Livorno, stabilimento balneare non emette decine di scontrini ed evade il fisco per 250mila euro: la scoperta della Finanza

Il gestore ha poi sanato la sua posizione pagando 180mila euro all'Agenzia delle Entrate

La guardia di finanza ha scoperto uno stabilimento balenare di Livorno che non ha emesso decine di scontrini evadendo il fisco per un importo superiore a 250mila euro. Le indagini delle fiamme gialle sono iniziate osservando la bassa redditività dichiarata dalla struttura annualmente rispetto al numero di ombrelloni e al sicuro ampio volume di fruitori. È stata così acquisita un'ampia documentazione, sempre in costante e doveroso contraddittorio con la parte, dalla quale è emerso come il numero di ombrelloni e dei clienti stagionali dichiarati fossero non congrui e palesemente non in linea con le effettive e reali potenzialità dello stabilimento da oltre 200 ombrelloni: "Ne venivano dichiarati fino al 50 per cento in meno" sottolineano i finanzieri. 

Inoltre sono state contestate oltre "trenta mancate emissioni di scontrini e ricevute fiscali" per locazioni di ombrelloni e sdraio. All'esito del controllo è stata contestata una complessiva evasione fiscale superiore ai 250mila euro tra imposte dirette ed Iva. Lo stabilimento, a fronte di quanto contestato, ha aderito al "ravvedimento speciale", che prevede il pagamento integrale delle imposte evase, ma con interessi legali e sanzioni in misure ridotta. Il gestore ha sanato la sua posizione pagando al Fisco 180mila euro mediante versamenti all'Agenzia delle Entrate. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Livorno, stabilimento balneare non emette decine di scontrini ed evade il fisco per 250mila euro: la scoperta della Finanza
LivornoToday è in caricamento