Stadio Picchi, 370mila euro per la facciata della tribuna: insorgono Lega e Fratelli d'Italia

Scontro in consiglio comunale. L'opposizione attacca: "Preferite sistemare gli impianti che le case dei livornesi". La replica del sindaco: "Situazione di estrema gravità, intervento necessario"

Scontro in consiglio comunale, nella mattina del 29 luglio, tra maggioranza e opposizione sulla manovra di riequilibrio di bilancio, in particolar modo su una voce che riguarda lo stadio Armando Picchi e che prevede un investimento di 370mila euro per facciata della tribuna centrale, vincolata dalla soprintendenza. Da una parte, l'opposizione, in particolar modo con Costanza Vaccaro (Lega) e Andrea Romiti (Fdi), ha attaccato duramente il sindaco affermando che "preferisce sistemare le strutture invece che le case dei cittadini". Pronta la risposta di Luca Salvetti: "Si tratta di un intervento necessario per la messa in sicurezza dell'area". 

Stadio, Salvetti: "Chiederò a Spinelli e alla società di gestire il Picchi"

L'opposizione: "I soldi invece che allo stadio destiniamoli per le case popolari con la muffa"

Durante la campagna elettorale in vista del ballottaggio, Romiti si era recato in una casa popolare con la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni in una casa popolare in zona Garibaldi documentando le scarse condizioni igieniche nelle quali una famiglia era costretta a vivere. Su questo tema Romiti è tornato anche in questo consiglio comunale: "Questa manovra è tutto fuorché di sinistra perché invece che pensare alle case e al lavoro dei livornesi, ci si concentra sullo stadio. Questo non mi stupisce visto che Salvetti è sempre stato un cronista sportivo e avrà le sue conoscenze". Dello stesso tenore anche la Vaccaro: "Non sono queste le problematiche di Livorno, ma Salvetti fa interventi in base alla sua formazione professionale. Preferisce ridare il sorriso a chi frequenta lo stadio invece di darlo ai tanti cittadini che vivono in case pessime. È una scelta legittima della quale, però, si assume la responsabilità". 

Le condizioni dello stadio Armando Picchi-2

Il sindaco: "Interventi necessari per la messa in sicurezza della zona"

Salvetti, oltre a rispondere alle accuse che gli sono state lanciate, ha spiegato come questi 370mila euro riguardino solo ed esclusivamente lo stadio: "Questi soldi non andranno a intaccare il budget che a disposizione per tutti gli sport livornesi. L'intervento è stato reso necessario per la messa in sicurezza di quella parte di stadio che, ricordiamo, è sotto il vincolo della soprintendenza e che  è destinata a rimanere sempre lì a prescindere dai progetti futuri riguardanti il Picchi. La situazione era di estrema gravità a causa di numerosi crolli senza contare che davanti alla tribuna ci transitano anche le squadre avversarie del Livorno. Quando la società ci ha fatto presente il problema, abbiamo deciso di intervenire. Non ci combinano niente le mie competenze in ambito sportivo o eventuali amici all'interno del mondo calcistico". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marina di Castagneto, maxi rissa in discoteca: "Delinquenti fuori controllo, aggredite anche le ragazze"

  • Salvini contro il Vernacoliere, Mario Cardinali: "Stiamo andando verso il cattofascismo"

  • Chiude l'Oviesse alle Fonti del Corallo. Il sindacato: "Lavoratrici ricollocate in altri punti vendita"

  • I mercatini di Natale a Livorno e provincia: il calendario degli appuntamenti per il 2019

  • Christian King, è livornese il protagonista di "Volare" di Michele Santoro

  • Non si ferma all'alt, tenta di seminare i carabinieri e distrugge un parcometro: denunciato 20enne

Torna su
LivornoToday è in caricamento