Stagno, 27 pini verranno abbattuti: "Rischio per la zona, ma saranno sostituiti"

La decisione del comune di Collesalvetti dopo un'attenta analisi svolta dall'università di Pisa: "Porteremo benefici al territorio"

Il comune di Collesalvetti, a seguito di un'accurata indagine svolta dal  Dipartimento di scienze agrarie, alimentari e agro ambientale dell'Università di Pisa, ha deciso di abbattere 27 pini a Stagno, per la precisione in via della Costituzione. Secondo quanto emerso dalla relazione finale dell'ateneo "si evince che la situazione complessiva delle piante è brutta ed in alcuni casi pessima e non garantisce, anche con interventi mirati, una sicurezza adeguata per una zona così altamente frequentata dalla cittadinanza, essendo in prossimità di una scuola, di un asilo e soprattutto di un parco pubblico, meta quotidiana di bambini e adulti". 

Il sindaco di Collesalvetti

Il comune di Collesalvetti: "Le piante saranno sostituite"

L'amministrazione colligiana spiega i motivi che l'hanno portata a prendere questa decisione: "Le piante sono giunte ad una età che si approssima al fine vita, dopo il quale si riscontrano elementi di criticità strutturale. Questi pini non garantiscono più né benefici né le funzionalità per il verde urbano. Pertanto nell'ambito di una riqualificazione della zona si è deciso di procedere alla totale sostituzione con alberi che saranno in numero notevolmente superiore di quelli tolti. Per la scelta della tipologia di piante si stanno valutando varie alternative che garantiscano un elevato assorbimento della anidride carbonica". 

La sede della Lipu (Foto Facebook)

Lipu Livorno: "Scelta sbagliata, le piante non hanno una vita biologica"

Chi ha cercato di impedire l'abbattimento degli alberi è stata la delegazione di Livorno della Lipu (Lega italiana protezione uccelli): "Prendiamo atto della decisione del comune di Collesalvetti che non vuole ascoltare le ragioni della cittadinanza e trovare forme alternative al taglio completo di tutti i pini in Via della Costituzione a Stagno. Gli esperti avranno sicuramente effettuato perizie accurate, ma c'è da dire che quello del fine vita degli alberi è un concetto errato, perché le piante non hanno la durata della vita fissata biologicamente, così come avviene negli animali. Si tratta di una distorta applicazione al verde urbano dei criteri di gestione forestale. Esistono diversi pini domestici nelle nostre città arrivati all’età di 200, 300 e fino a 400 anni e quindi è ancora più evidente che questo concetto di pini di circa 70 anni giunti a fine vita non regge". 

Un altro aspetto sul quale la Lipu (Foto Facebook) vuole porre l'accento riguarda i benefici che questi pini hanno nella vita quotidiana di via della Costituzione: "L’ombra di un albero adulto e con ampia chioma può riparare diverse persone (o auto in sosta), cosa che non riesce a fare un alberello da poco piantato. Gli esperti ci dicono che gli alberi adulti rimuovono gli inquinanti atmosferici 70 volte più efficacemente di quelli giovani, tanto che secondo il Piano per la qualità dell’aria della Regione Toscana un pino domestico adulto abbatte 16,08 g di PM10 al giorno, sequestrando anche 1 quintale di anidride carbonica ogni anno". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Renato Zero ringrazia i livornesi: "Dé, mi avete fatto sentire a casa"

  • Terremoto di magnitudo 4,5 in Toscana, la scossa avvertita anche a Livorno

  • Viale del Risorgimento, auto investe madre e figlio: grave 35enne

  • Allerta meteo a Livorno venerdì 13 dicembre per vento forte: previste mareggiate

  • Minaccia di gettarsi dal balcone: poliziotto salva la vita a una 87enne

  • Cecina, violento scontro tra un'auto e uno scooter: gravissimo 52enne

Torna su
LivornoToday è in caricamento