rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

Svastiche in Borgo Cappuccini, la condanna del sindaco: "Gesto che offende tutta la città"

Dure prese di posizione anche da parte di maggioranza e opposizione: "Individuare subito i responsabili"

Il giorno dopo la comparsa delle svastiche in Borgo Cappuccini è arrivata la dura condanna da parte di tutto il consiglio comunale riunitosi nella mattina di oggi, mercoledì 10 novembre. Quei simboli disegnati sopra ai volti dei commercianti del quartiere non si possono accettare per una città come Livorno che, come l'ha definita il sindaco, "si è sempre opposta a gesti di discriminazione".Spetterà ai carabinieri riuscire a identificare i responsabili di quanto accaduto che, secondo Salvetti, è associabile a un "intervento minuzioso e accurato". 

Il primo cittadino infatti, durante il suo intervento in apertura di seduta, ha manifestato tutto il proprio dissenso per l'increscioso episodio: "Non è stato fatto un graffito di corsa - le sue parole -, ma si tratta di un gesto voluto contro un intero quartiere e di un'offesa diretta a tutti i cittadini di Livorno. Noi con la fondazione Lem avevamo chiesto se potevamo ripristinare i cartelloni cancellando quei simboli, ma i carabinieri che stanno portando avanti le indagini ci hanno detto di aspettare ancora un po'. Rimangono l'amarezza e la delusione per quanto accaduto". 

La condanna è arrivata anche da parte dei consiglieri di maggioranza e opposizione:" Ci auguriamo che presto vengano presi i responsabili di questo folle gesto che, purtroppo, non è isolato visto il precedente al Mercato Centrale. Disapproviamo completamente quanto accaduto ed esprimiamo la nostra solidarietà a tutti gli abitanti di Borgo e dei commercianti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svastiche in Borgo Cappuccini, la condanna del sindaco: "Gesto che offende tutta la città"

LivornoToday è in caricamento