Tari 2019, ecco come e quando pagare la tassa sui rifiuti

Nei primi giorni di aprile è in corso il recapito degli avvisi alle utenze domestiche e non. La scadenza della prima rata è il 16 maggio

L'amministrazione comunale con il supporto di Aamps sta recapitando alle utenze domestiche e non, gli avvisi per il pagamento della Tari (la tassa sui rifiuti) per il 2019. Ecco di seguito una rapida guida con tutto quello che c'è da sapere su pagamenti, scadenze e morosità. 

Quando pagare la Tari

La prima rata della Tari va pagata entro giovedì 16 maggio. La seconda e la terza rata scadono, rispettivamente, il 16 settembre e il 18 novembre (è comunque possibile versare in unica soluzione entro lunedì 17 giugno). Il pagamento può essere effettuato presso gli uffici postali o gli sportelli bancari, utilizzando il modello F24 precompilato ricevuto.

Come pagare la Tari

Il pagamento deve avvenire esclusivamente attraverso il modello F24 (art. 25 Regolamento Iuc/Tari), utilizzando il modello precompilato ricevuto, o con modello F24 ordinario, sezione Imu e altri Tributi Locali, indicando in tale ultimo caso, il codice identificativo operazione riportato sul modello inviato.

Informazioni sulla Tari

Per informazioni ci si può rivolgere agli uffici Tares/Tari di via Marradi 118. Gli uffici sono aperti al pubblico il lunedì e il venerdì dalle 9 alle 13, e il martedì e giovedì dalle 15.30 alle 17.30 (il mercoledì sono chiusi). È possibile prenotare un appuntamento tramite www.tupassi.it. Gli uffici possono essere contattati anche tramite il numero telefonico 0586 886031 tuttavia si consiglia di utilizzare prioriTariamente la posta elettronica, all'indirizzo Tari.livorno@icatributi.it. Sul sito del Comune www.comune.livorno.it le informazioni sono disponibili su Tributi > Tares-Tari 
In caso di errori e incongruenze nell'avviso di pagamento (per es. l'avviso si riferisce all'abitazione precedente e non a quella attuale), per evitare l'affollamento agli sportelli, si consiglia di provvedere subito al pagamento della prima rata, che deve essere comunque versata, e di rivolgersi agli uffici dopo il 16 maggio e prima della scadenza della seconda rata (16 settembre), presentando copia del versamento della prima rata già effettuato. C'è una situazione, invece, per la quale non ci si deve rivolgere agli uffici: quando il numero reale dei componenti del nucleo familiare sia inferiore a quello indicato nell'avviso di pagamento (per emigrazione, cambio di residenza o decesso di qualche componente). In questo caso la Tari va pagata integralmente (tutte e tre le rate) e il Comune provvederà, con l'avviso di pagamento dell'anno successivo, a effettuare il conguaglio, detraendo l'importo versato in eccedenza l'anno precedente. Questo perché, in base al Regolamento Tari, gli avvisi di pagamento emessi tengono conto della situazione anagrafica risultante al 28 febbraio di ciascun anno.

Cosa fare se non arriva la Tari 

In caso di mancato recapito domiciliare dell'avviso di pagamento e dei modelli F24 per il versamento, il contribuente può entrarne in possesso:

  • a gli uffici Tares/Tari di via Marradi 118;
  • richiedendolo tramite posta elettronica all'indirizzo livorno@icatributi.it
  • da comune.livorno.it > Sportello del Cittadino > Tributi > Consultazione posizione tribuTaria. A questo punto accedere con le credenziali Citel (che si possono ottenere recandosi all'Urp del Comune o agli sportelli del cittadino area nord o area sud, oppure da casa con smartcard), selezionare Tares/Tari, cliccare su Posizioni Tares/Tari e "Stampa avviso ordinario" con riferimento all'anno 2019. È possibile stampare sia l'avviso di pagamento sia i modelli F24 (rata unica o versamenti rateali).

Cosa succede se pago la Tari in ritardo

Per ciascuna rata, in caso di versamento successivo alla data di scadenza l'importo va integrato con una sanzione calcolata in base a una percentuale che, a seconda dei giorni di ritardo, varia tra lo 0,1% e l'1,67% al giorno (cosiddetto ravvedimento operoso). Le modalità di calcolo si trovano su www.comune.livorno.it > Tributi > Tares-Tari > Ravvedimento   operoso
Si consiglia comunque di rivolgersi personalmente agli uffici per ritirare il modello F24 ricalcolato, per poi procedere al versamento.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Elezioni 2019, Bobo Rondelli canta per Bruciati sindaco

  • Cronaca

    Picchianti, rave party all'ex fabbrica Delphi-Trw

  • Cronaca

    Renato Zero in tour al Modigliani Forum con "Zero il folle"

  • Incidenti stradali

    Viale Italia, perde il controllo dell'auto e finisce contro una macchina in sosta

I più letti della settimana

  • Claudio Luciano è tornato a casa, parla la moglie Barbara: "Così ho ritrovato mio marito"

  • Scomparso domenica 1 aprile, Claudio Luciano è tornato a casa

  • Pesce di lago cinese spacciato per bianchetti: denunciato ristoratore

  • Champions League, Juventus eliminata: Allegri massacrato sui social

  • Limoncino, esplosione in una casa: uomo ustionato gravemente

  • Sconfitto a tennis, insulta un socio del circolo che risponde con le botte: denunciato un 57enne

Torna su
LivornoToday è in caricamento