rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Taser ai poliziotti, l'ex Caserma occupata: "Strumento violento, di tortura e repressione"

Il duro attacco dopo l'approvazione all'uso dell'arma ad impulsi elettrici

"TASERare è più facile che governare. La risposta violenta degli incompetenti". Questo lo striscione che l'ex Caserma occupata ha esposto ai 4 Mori come risposta all'approvazione all'uso dell'arma ad impulsi elettrici per i poliziotti. "Nel 2007 il comitato contro la tortura delle Nazioni Unite aveva evidenziato che il taser è una forma di tortura che causa dolore estremo e può portare anche alla morte e un'inchiesta del 2019 aveva rivelato che, negli Stati Uniti, dal 2016, sono morte almeno 1061 persone dopo essere state colpite dalla pistola elettrica. Anche Amnesty International si è espressa negativamente, sottolineando che l'arma apre la strada ad abusi e torture. Inoltre, numerose associazioni mediche, hanno espresso contrarietà in quanto può causare interferenze con pacemaker e quindi portare ad arresto cardiaco". 

"Il taser  - conclude l'ex Caserma occupata - è un'ulteriore strumento violento, di tortura e repressione che viene dato in dotazione alle forze dell'ordine che anche in Italia sappiamo bene essere colpevoli di numerosi episodi di abusi già prima che avessero in dotazione quest'arma. Per il governo la sicurezza è dotare le forze dell'ordine di taser e aumentare le spese militari. Per noi sicurezza è sanità pubblica e reddito per tutti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taser ai poliziotti, l'ex Caserma occupata: "Strumento violento, di tortura e repressione"

LivornoToday è in caricamento