Lite Perini-Bottai, i testimoni: "Da una Bmw è sceso un energumeno che ha aggredito il segretario del PC"

La ricostruzione di alcuni presenti in zona al momento del diverbio. "I due stavano discutendo anche animatamente, poi è arrivata un'auto con un energumeno che ha colpito Bottai"

Saranno le immagini delle telecamere a disposizione della polizia giudiziaria a fare chiarezza sulla presunta aggressione denunciata, prima su Facebook e poi negli uffici competenti, dal consigliere della Lega Alessandro Perini. Un'azione violenta messa in atto, a suo dire, da alcuni antagonisti di sinistra capeggiati dal segretario del Partito Comunista livornese, Lenny Bottai.

Perini (Lega): "Aggredito dagli antagonisti". Bottai (PC): La verità è un'altra"

Versione che, tuttavia, contrasta eccome da quella del coordinatore del PC, ex pugile professionista, il quale ha replicato alle accuse raccontando innanzitutto di confidare nelle riprese delle telecamere e, quindi, di essere egli stesso la vittima di un'aggressione subita da un terzo personaggio, uno sconosciuto improvvisamente palesatosi durante la discussione con l'esponente leghista del 31 dicembre scorso nelle vicinanze di Palazzo civico.

Lite Perini-Bottai, la versione di alcuni testimoni

Un "gorilla", stando alla versione di Bottai, che gli avrebbe tirato un pugno e che sarebbe poi stato "graziato" dallo stesso segretario del PC il quale, dopo averlo reso inoffensivo, lo avrebbe lasciato andar via sull'auto con cui era arrivato. Solo allora, gettatosi nel mezzo nel tentativo di separare la contesa, sarebbe stato colpito anche Perini, come poi confermato anche a LivornoToday dallo stesso consigliere, senza però capire da dove provenisse il colpo. Versione, quella raccontata da Bottai, che trova riscontro nei racconti di alcune persone presenti alla scena, le cui testimonianze potrebbero servire alle autorità competenti quale eventuale supporto alle immagini registrate dalle telecamere.

"Perini provocava Bottai, lui lo ha preso per un orecchio. Poi è arrivato un tizio..."

Ad aver assistito alla scena, il titolare di un esercizio commerciale della zona: "Perini e Bottai stavano discutendo tra loro - dice -. I toni erano accesi ma tutto sommato pacifici. Perini ogni tanto toccava Bottai, come a volerlo provocare, e lui ha reagito prendendolo per un orecchio. Ma la situazione era calma e tutto stava per finire, fino a quando non è arrivata un terza persona che è andata dal consigliere della Lega dicendogli: 'te sei il figliolo del Perini?'. A quel punto, ottenuta una risposta affermativa, si è girato ed ha tirato un pugno a Bottai, che poi ha risposto. Da li è nato un parapiglia tra i due, senza mai coinvolgere Perini". 

"È sceso un gorilla da un'auto bianca e ha tirato un pugno. Sembrava tutto studiato"

"Ero al bar con altri amici per fare un brindisi di fine anno e ho visto tutta la scena - racconta il cliente di un bar -, Perini e Bottai stavano discutendo. Poi è arrivata una Bmw di colore bianca, si è accostata al marciapiede e dalla macchina è sceso un gorillacapelli rasati, tutto vestito di scuro, con gli stivali, ha parlato con Perini e poi ha sferrato un pugno a Bottai, colpendolo. A quel punto Bottai ha reagito e i due si sono azzuffati, fino a quando Bottai non lo ha lasciato andare via. Quest'uomo è salito sui sedili posteriori dell'auto e si è allontanato. Sembrava una situazione studiata a tavolino". 

"Ormai era finito tutto, pensavo pure si scambiassero gli auguri

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La discussione era animata e stava andando avanti da un po' - sostiene una donna presente al momento della lite -, qualche persona si era fermata a guardare. Poi, quando le cose sembravano finite, ho pensato anche che si salutassero scambiandosi gli auguri. E invece è arrivata una macchina, è sceso un uomo, si è rivolto a Perini e poi ha picchiato Bottai che ha reagito e lo ha bloccato. Quindi ha supplicato di lasciarlo andare e se ne è andato prima dell'arrivo della Municipale a bordo della macchina con la quale era arrivato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus, due morti e 10 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia: il bollettino di domenica 22 marzo

  • Coronavirus: un morto e 10 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 184 in Toscana. Il bollettino di lunedì 23 marzo

  • Coronavirus: nono decesso e 22 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 238 in Toscana. Il bollettino di martedì 24 marzo

  • Coronavirus: tre nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 219 in Toscana. Il bollettino di sabato 21 marzo

Torna su
LivornoToday è in caricamento