Scuola, in Toscana si torna in classe il 14 settembre. Grieco: "Si riparta in sicurezza evitando accorpamenti"

Stabilite le date per il prossimo anno. L'assessore all'Istruzione scrive al ministro Azzolina: "Indispensabile rafforzamento di organico di docenti e di personale ausiliario"

Il 14 settembre gli studenti toscani torneranno a scuola. Lo ha deciso la giunta regionale con una delibera proposta dall'assessora all'istruzione Cristina Grieco e approvata nell'ultima seduta. "Ci siamo allineati con tutte le altre regioni - spiega l'assessore -. Ci è sembrato un segnale di compattezza in un anno particolare, che merita ancora più attenzione. Il ministro Lucia Azzolina ha partecipato al tavolo regionale esprimendo apprezzamento e soddisfazione per il grande lavoro svolto in Toscana e si è impegnata a rendere disponibili non appena possibile le risorse previste dal Piano riapertura".

Toscana, il 14 settembre primo giorno di scuola. Grieco: "Serve un rafforzamento di organico docenti"

grieco-2

L'assessore punta il dito su quelli che dovranno essere i primi passi da muovere per il ritorno in classe: "Occorre che allo sforzo dei dirigenti scolatici, dei Comuni e delle Province, si accompagni l'indispensabile rafforzamento di organico di docenti e di personale ausiliario che dovrà garantire la riorganizzazione degli spazi e dei tempi scolastici. È urgente che da subito si immettano dirigenti laddove mancano, che si dia immediata risposta a quelle sedi sottodimensionate che non hanno guida certa, assicurando preferibilmente la continuità didattica e dei vertici. Occorre congelare gli spostamenti e assicurare da subito il personale necessario (chi ha già operato nella scuola conosce meglio come dover operare in questa fase di emergenza). Non è pensabile lasciare senza guida le scuole in un contesto così delicato. Questo deve essere un anno in cui si affronta la straordinarietà con strumenti altrettanto straordinari". 

"Ripartire in sicurezza rispettando le norme in vigore"

L'assessore ha scritto, nella mattina del 28 luglio, al ministro Azzolina, a nome di tutte le Regioni, chiedendo "che le scuole possano disporre delle risorse umane necessarie per non avere accorpamenti di classi e per garantire una ripartenza per tutte e per tutti in presenza ed in sicurezza dal prossimo 14 settembre ed anche, dove possibile, utilizzando gli spazi che le nostre comunità locali hanno, con generosità e celerità, messo da subito a disposizione delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa fino al 4 dicembre, Giani: "Ancora un po' di pazienza, poi fino a Natale in zona arancione o gialla"

Torna su
LivornoToday è in caricamento