rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca

Toscana Pride, dopo il Comune aderisce anche la Provincia di Livorno

La soddisfazione della presidente Merida Bessi: "Da sempre al fianco della lotta alle discriminazioni"

La prima delibera della nuova giunta di Luca Salvetti fu l'adesione al Toscana Pride (foto concessa da Toscana Pride) che si svolgerà il 6 luglio a Pisa. Il Comune tuttavia non sarà "da solo" dal momento che, nel pomeriggio del 28 giugno, la Provincia ha dato il suo patrocinio all'iniziativa dove invierà il suo Gonfalone: “Lotta alle discriminazioni e affermazione dei diritti umani - sottolinea la presidente Marida Bessi - sono principi che hanno sempre animato l’azione politica e sociale dell’amministrazione provinciale. Un impegno che portiamo avanti, in particolare, con le politiche di pari opportunità perchè crediamo nell’importanza dell’educazione alle differenze, del rispetto dell’autodeterminazione e della libera espressione dell’affettività. Contenuti che ritroviamo nel Toscana Pride e in cui ci riconosciamo”. 

La Provincia anche nel passato, in diverse occasioni, aveva aderito al Gay Pride: "Ancora oggi assistiamo a troppi episodi di intolleranza e attacchi mirati verso persone LGBT. Per questo è importante non dimenticare che la libertà e il rispetto dei diritti umani non possono mai essere dati per scontati. Occorre una forte azione culturale contro l’omofobia e le discriminazioni di genere – aggiunge la presidente Bessi– perché i pregiudizi, spesso inconsapevoli, si possono superare solo valorizzando le differenze e lavorando su progetti che ne favoriscano l’inclusione". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toscana Pride, dopo il Comune aderisce anche la Provincia di Livorno

LivornoToday è in caricamento