Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Coronavirus, Toscana zona arancione: da mercoledì 11 novembre chiusi bar e ristoranti, vietato spostarsi dal comune di residenza

La decisione del ministero della Salute e dell'Istituto Superiore della Sanità anticipata con un tweet dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio

Nella ripartizione delle Regioni basata sugli indicatori che stabiliscono l'evoluzione della pandemia da Coronavirus, la Toscana cambia colore e passa da zona gialla a zona arancione. Ad anticipare gli esiti della riunione tra il ministero della Salute e l'Istituto Superiore della Sanità, è il governatore della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, che indica come le nuove restrizioni entreranno in vigore da mercoledì prossimo 11 novembre. "Il ministro Speranza - scrive Marsilio su Twitter - mi ha anticipato poco fa l'esito della riunione che ha stabilito il passaggio dell'Abruzzo, insieme ad altre quattro regioni (Umbria, Basilicata, Liguria e Toscana) nella zona arancione. Gli effetti del provvedimento che il ministro si appresta a firmare in serata avranno decorrenza dalla giornata di mercoledì". 

Toscana zona arancione, le regole per gli spostamenti tra comuni

Le misure restrittive nella zona arancione

Dpcm_20201103_aree-1536x864-3

Dunque ecco cosa cambia anche in Toscana: vietato circolare dalle 22 alle 5 del mattino salvo che per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità. Saranno vietati gli spostamenti in entrata e in uscita da una regione all'altra e da un comune all'altro ad eccezione che si debba usufruire di servizi non disponibili nella propria città. Chiusi bar e ristoranti 7 giorni su 7, l'asporto sarà consentito fino alle 22 mentre per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. Nei festivi e prefestivi è disposta la chiusura dei centri commerciali ad eccezione di farmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno. Per quanto riguarda la scuola, didattica a distanza per gli istituti superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità. La didattica in presenza sarà garantita per le scuole dell'infanzia, elementari e medie. Prevista la riduzione del 50% per la capienza dei mezzi del trasporto pubblico ad eccezione degli scuolabus. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Toscana zona arancione: da mercoledì 11 novembre chiusi bar e ristoranti, vietato spostarsi dal comune di residenza

LivornoToday è in caricamento