Cronaca

Toscana zona gialla da domenica 20 dicembre, l'annuncio di Giani: "Premiati gli sforzi, adesso non vanifichiamoli"

Il governatore ha anticipato su Facebook la decisione del ministero della Salute e del Comitato scientifico. Ecco cosa si potrà fare fino a quando non entreranno in vigore le misure nazionali

La Toscana torna zona gialla da domenica 20 dicembre. Dopo l'annuncio del primo pomeriggio, è arrivata la conferma dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani con un post su Facebook. La situazione, ovviamente, sarà solo temporanea in previsione delle misure più stringenti che il governo sta per presentare a livello nazionale per il periodo delle festività. Stando a quanto contenuto nella bozza del dpcm al quale sta lavorando la presidenza del consiglio, dal 24 dicembre al 6 gennaio l'Italia sarà in zona rossa nei giorni festivi e prefestivi e arancione nei feriali

Dpcm_20201103_aree-1536x864-3-2-2

Giani: "Adesso non vanifichiamo gli sforzi. Mascherina ed evitare assembramenti"

"La Toscana sarà zona gialla da domenica 20 dicembre - l'annuncio di Giani su Facebook -. Per arrivare fino a qui abbiamo sacrificato molto: lavoro, affetti e abitudini. Ma siamo oggi una delle regioni con il più basso tasso di nuovi positivi. Per non vanificare gli sforzi, manteniamo la #ToscanasiCura evitando gli assembramenti e indossando la mascherina. Forza, Toscana".

Ecco cosa si potrà fare all'interno della zona gialla

Ecco dunque cosa si potrà fare nei giorni immediatamente precedenti alle festività. Vietato circolare dalle 22 alle 5 del mattino salvo che per comprovati motivi di lavoro, salute e necessità. Nei festivi e prefestivi è disposta la chiusura dei centri commerciali ad eccezione di farmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno. Per quanto riguarda la scuola, didattica a distanza per gli istituti superiori, fatta eccezione per gli studenti con disabilità. La didattica in presenza sarà garantita per le scuole dell'infanzia, elementari e medie. Prevista la riduzione del 50% per la capienza dei mezzi del trasporto pubblico ad eccezione degli scuolabus. Bar e ristoranti, infine, restano aperti fino alle 18, l'asporto sarà consentito fino alle 22 mentre per la consegna a domicilio non ci sono restrizioni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toscana zona gialla da domenica 20 dicembre, l'annuncio di Giani: "Premiati gli sforzi, adesso non vanifichiamoli"

LivornoToday è in caricamento