menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Toscana zona gialla, trasferimento nelle seconde case: obbligatorio avere il medico di famiglia o pediatra nella regione

Il presidente Giani ha firmato la nuova ordinanza: "Preveniamo contagi e focolai"

Chi vorrà spostarsi in Toscana da un'altra regione dovrà avere sul nostro territorio il proprio medico di famiglia o pediatra. Questo quanto prevede l'ordinanza firmata oggi, sabato 23 gennaio, dal presidente Eugenio Giani che riprende quanto stabilito lo scorso novembre e prima ancora a maggio dell'anno scorso. Saranno comunque consentiti i rientri motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o per motivi di studio o di lavoro. L'ultimo Dpcm aveva reso possibile dal 16 gennaio spostarsi di nuovo nelle seconde case anche fuori regione senza tenere conto delle zone. Per prevenire il più possibile nuovi focolai e contagi da Covid-19 e ridurre i rischi di sovraccarico del sistema sanitario, la Toscana - che da due settimane è tornata in zona gialla - ha ripristinato però l'obbligo, in capo a chi rientrerà, di avere il medico nella regione, salvo comprovate esigenze per cui lo spostamento sarà comunque permesso.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ctt Nord, "Pensiero di Natale", premiate 120 classi livornesi. Foto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento