Cronaca

Toscana zona rossa, Giani: "Chiederemo di tornare in fascia arancione, i dati sono in calo"

La richiesta del presidente della Regione: "I dati sono in calo, ci sono le condizioni per chiedere condizioni meno restrittive"

Il 15 novembre la Toscana, su decisione del ministro della Salute, passò da zona arancione a rossa. L'ordinanza del ministero scadrà il 29 novembre, termine entro il quale il governo dovrà decidere se far restare la nostra regione nella fascia di massima criticità oppure "declassarla". A spingere verso quest'ultima soluzione è lo stesso presidente Eugenio Giani che, nel corso di una diretta Facebook, spinge per il passaggio della Toscana almeno nella zona arancione. Il governatore ha letto con molta fiducia i dati degli ultimi bollettini e chiede a gran voce l'allentamento delle misure restrittive: "Presenterò al ministro Speranza questa mia richiesta. Se tutto andrà come sta andando e visto anche il decremento dei casi, penso che ci siano tutte le condizioni per passare nella fascia arancione. Questo, ovviamente, comporterà una mobilità maggiore, la riapertura dei negozi e con i ragazzi di seconda e terza media che finalmente potranno tornare a scuola". 

A chi chiede invece di restare ancora nella zona rossa per abbassare ulteriormente la curva epidemiologica, Giani risponde senza troppi giri di parole: "Sarebbe la situazione migliore se tutte le persone avessero uno stipendio fisso come il mio. Purtroppo non è così e vedo molte proteste di cittadini che non sanno come poter andare avanti. Penso che sia giusto trovare un equilibrio". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toscana zona rossa, Giani: "Chiederemo di tornare in fascia arancione, i dati sono in calo"

LivornoToday è in caricamento