menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Toscana zona rossa: le regole su spostamenti, attività motoria, scuole, visite ad amici e parenti

Fino al 6 aprile nella nostra regione saranno in vigore le maggiori misure restrittive. Ecco quello che si potrà fare

La Toscana, a partire da lunedì 29 marzo fino al 6 aprile, sarà in zona rossa. La conferma è arrivata nel tardo pomeriggio di venerdì 26 marzo direttamente dal presidente Eugenio Giani dopo aver sentito il ministro della Salute Roberto Speranza. Con l'entrata della regione nella fascia con le maggiori misure restrittive, cambieranno, per forza, molte abitudini. Ecco quindi una riassunto su quanto prevede l'attuale decreto in materia di: spostamenti, aperture negozi, scuole e attività motoria. 

Toscana zona rossa, le regole 

Spostamenti

Tutti gli spostamenti all'interno del proprio comune sono vietati eccezion fatta per motivi di: lavoro, salute o necessità (obbligatoria l'autocertificazione). Gli spostamenti per far visita ad amici o parenti autosufficienti e, in generale, tutti gli spostamenti verso abitazioni private abitate diverse dalla propria non dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute sono invece vietati fino al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile 2021.

Dal 3 al 5 aprile sarà consentito una sola volta al giorno, spostarsi verso un'altra abitazione privata abitata della stessa Regione, tra le 5 e le 22 a un massimo di due persone, oltre a quelle già conviventi nell'abitazione di destinazione. Come da ordinanza regionale, sono vietati gli spostamenti nelle seconde case per chi proviene da fuori Toscana. 

Attività motoria e passeggiate 

L’attività motoria all’aperto è consentita solo se è svolta individualmente e in prossimità della propria abitazione. È obbligatorio rispettare la distanza di almeno un metro da ogni altra persona e indossare dispositivi di protezione individuale. Le passeggiate sono ammesse, in quanto attività motoria, esclusivamente in prossimità della propria abitazione. 

Scuole

Tutte le scuole di ogni ordine e grado sono chiuse e sarà consentita solamente la didattica a distanza. Una volta terminate le festività pasquali, come dichiarato dal premier Draghi, in zona rossa saranno aperte le scuole fino alla prima media. 

Bar e ristoranti

Vietato consumare cibi e bevande all’interno dei ristoranti e delle altre attività di ristorazione (compresi bar, pasticcerie, gelaterie) e nelle loro adiacenze. Dalle 5 alle 18 è consentita la vendita da asporto senza restrizioni mentre dalle 18 alle 22 è vietata ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina. La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario. 

Negozi aperti e chiusi (qui l'elenco completo)

Nella zona rossa possono restare aperte le seguenti attività: 

  • Supermercati e negozi che vendono generi alimentari; 
  • Ferramenta e negozi di elettronica; 
  • Librerie e cartolerie; 
  • Negozi di vendita al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati, come pure quelli di biancheria personale; 
  • Negozi specializzati in articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero; 
  • Farmacie, tabaccai, edicole; 
  • Negozi di commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria,  saponi, detersivi; 
  • Negozi specializzati nella vendita di fiori e piante; 
  • Lavanderie;
  • Pompe funebri. 

Ecco invece i negozi che chiudono: 

  • Parrucchieri; 
  • Barbieri; 
  • Centri estetici; 
  • Negozi di abbigliamento. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Pulizia a vapore: tutti i vantaggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento