menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

Il provvedimento firmato dal governatore: "Chiariti alcuni aspetti non approfonditi dalle norme nazionali"

In attesa di tornare in zona arancione, il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, ha emanato una nuova ordinanza (la numero 116) che dispone nuove misure anti Covid con meno restrizioni per gli spostamenti e le attività. Un provvedimento che il governatore ha ritenuto necessario per chiarire nel dettaglio "alcuni aspetti non approfonditi dalle norme nazionali".

"Si tratta di un'ordinanza interpretativa - ha spiegato Giani - in attesa del rientro in zona arancione, che dovrebbe essere confermato il 4 dicembre dal ministro della Salute, Roberto Speranza, con apposito atto. Abbiamo i numeri per adottare misure più morbide e per rispondere alle concrete necessità del nostro territorio. Le nuove regole vanno in questa direzione. Se continueremo a comportarci, tutti quanti insieme, con senso di responsabilità, rispettando le misure basilari anti Covid, possiamo farcela. Il popolo toscano, anche se messo a dura prova, sta dando un grande esempio di senso civico e di ammirevole capacità collaborativa".

Coronavirus, l'Asl sperimenta l'assistente virtuale su WhatsApp per la lotta al Covid: ecco come funziona 

La nuova ordinanza, in vigore da oggi sabato 28 novembre, disciplina, dunque, le nuove regole che consentono, in particolare, gli spostamenti in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione nei seguenti casi:

  • per raggiungere seconde case, camper o roulotte, imbarcazioni di proprietà per manutenzione e riparazione in tutta la Regione. Lo spostamento potrà essere esclusivamente individuale e con obbligo di rientro in giornata presso la propria abitazione;
  • in comuni limitrofi per prodotti necessari alle proprie esigenze o per maggiore convenienza economica;
  • per andare a trovare figli presso l'altro genitore. Gli spostamenti dovranno avvenire scegliendo il tragitto più breve e nel rispetto di tutte le prescrizioni di tipo sanitario;
  • per coltivare il terreno per uso agricolo e l'attività diretta alla produzione per autoconsumo;
  • per l'attività di raccolta tartufi, funghi e pesca esclusivamente a titolo professionale fuori dal comune di residenza;
  • per accudire gli animali allevati.

Gli spostamenti, si legge nell'ordinanza, devono essere autocertificati, indicando tutti gli elementi necessari per la relativa verifica. È inoltre consentito lo svolgimento dell'attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali da compagnia con prenotazione del servizio e garantendo idonee misure di sicurezza nella consegna e ritiro dell'animale. 

Corsi di formazione, consentite in presenza le attività di labratorio e gli stage

Per quanto riguarda i corsi di formazione professionale, sono consentite in presenza le attività di laboratorio e gli stage. Tutte le altre attività si svolgono a distanza. L'attività di scuole di musica, di pittura, di fotografia, di teatro, di lingue straniere e altri corsi, compresi gli eventuali esami, è svolta a distanza se collettiva o in presenza se individuale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ricette locali, le cee alla livornese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento