rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca Centro / Piazza del Municipio

L'Unione sindacale di base contro la Municipale: "Impedito il nostro volantinaggio"

La replica alle accuse del sindacato: "Abbiamo soltanto chiesto all'uomo di spostarsi a poche decine di metri dall'ingresso del Comune"

A poco più di un mese e mezzo di distanza, è di nuovo "scontro" tra un addetto al volantinaggio e la polizia municipale. Allora fu il Pd a denunciare che "gli agenti ci hanno impedito di fare volantinaggio minacciando multe e blocco dell'attività a causa di un presunto mancato permesso". Ora invece è il turno del sindacato Unione sindacale di base il cui volontario, nella mattina del 9 maggio, sarebbe stato allontanato dalla Municipale mentre distribuiva volantini in vista degli scioperi del 10 maggio di sanità e servizi sociali: "Il nostro assistito – spiega Giovanni Ceraolo, uno dei coordinatori provinciali di Usb – stava facendo volantinaggio davanti l'anagrafe, quando un agente della polizia municipale gli ha detto che non poteva stare lì e che si sarebbe dovuto spostare in piazza del Municipio. L'agente ha sì dato la possibilità di appendere il volantino nella bacheca sindacale, ma rimane il fatto che, l'averci impedito di continuare a fare il nostro 'lavoro' rimanga un fatto grave, dato che stiamo parlando di un volantinaggio per uno sciopero e non a scopo politico".

La risposta della Municipale

"La persona in questione si trovava all’interno del comune nuovo e non come afferma il sindacato all'esterno. Gli è stato fatto mettere il volantino dentro la bacheca sindacale senza nessun problema e gli è stato chiesto di continuare il suo lavoro a poche decine di metri dall’ingresso. La persona non è stata accerchiata ma gli agenti si sono solamente avvicinati per spiegare la questione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Unione sindacale di base contro la Municipale: "Impedito il nostro volantinaggio"

LivornoToday è in caricamento