rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca Colline

Ingegnere Eni morta a 28 anni, il dolore di amici e colleghi: "Un onore aver condiviso il nostro cammino con te"

Tanti messaggi di cordoglio pubblicati dai suoi concittadini, a Santa Maria la Carità, nel napoletano. Il sindaco D'Amora: "Ci stringiamo al dolore della famiglia". Il toccante ricordo della Università di Napoli

È un dolore immenso quello che nella giornata di ieri, mercoledì 16 febbraio, ha travolto il comune di Santa Maria la Carità, cittadina di circa 11mila abitanti in provincia di Napoli. Da questo centro nella piana stabiese-vesuviana proveniva infatti Valeria Di Martino Abagnale, l'ingegnere di 28 anni trovata morta nella casa in cui abitava, nel quartiere Colline, in via Montanari. Un appartamento dove si era trasferita da poco tempo, a seguito del posto di lavoro alla raffineria Eni di Stagno. Un cordoglio unanime, dunque, che ha tristemente unito amici e colleghi di Valeria in un giorno davvero buio.

Anche il sindaco, Giosuè D'Amora, ha voluto ricordare la ragazza, che secondo quanto emerso dai primi riscontri sarebbe deceduta a causa di un malore: "Una terribile notizia ha colpito il nostro paese - ha detto il primo cittadino napoletano -. La morte è sempre un mistero...ma quando essa colpisce una giovane ragazza d'oro, laureata e lavoratrice si perde ogni equilibrio.Per ora non ci resta che il silenzio...nonché di stringerci al dolore delle famiglie Di Martino/Abagnale che da sempre onorano Santa Maria la Carità. Riposa in pace dolce Valeria".

I colleghi dell'Eni: "La bontà in persona, una ragazza educata e sempre gentile, disponibile con tutti"

A pubblicare messaggi in ricordo della giovane anche il Forum della Gioventù di Santa Maria della Carità che "partecipa al lutto della famiglia Di Martino Abagnale. Non vi sono parole - hanno aggiunto - per descrivere il dolore provocato dalla notizia dell'ingiusta scomparsa di Valeria, una giovane dall'animo dolce e sensibile a cui eravamo personalmente legati". La facoltà di Ingegneria Chimica dell'università di Napoli era stato il luogo dove nel marzo del 2019 Valeria aveva completato il percorso di studi che l'aveva portata alla laurea magistrale prima e al premio per l'eccellenza negli studi nel settembre dello stesso anno.

Docenti, amici e colleghi l'hanno voluta ricordare con una toccante poesia che termina così: "Cara Vale, è stato un onore poter condividere una parte, anche se fin troppo limitata, del nostro cammino con te. Grazie da parte di chi ha avuto la fortuna di essere stato tuo collega e, soprattutto, amico". Appresa la notizia anche i colleghi dell'Eni, dove lavorava da poco tempo, hanno ricordato Valeria come "gentile ed educata, sempre disponibile con tutti", altri hanno aggiunto "la bontà in persona". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingegnere Eni morta a 28 anni, il dolore di amici e colleghi: "Un onore aver condiviso il nostro cammino con te"

LivornoToday è in caricamento