Cessione Livorno: Fernandez torna in Svizzera, ma Spinelli non perde le speranze di vendere la società

L'imprenditore spagnolo avrebbe lasciato Genova per risolvere con la propria banca la questione del bonifico non ancora transitato sul conto del notaio Segalerba. Il patron amaranto: "Ho detto a Cozzella di pensare alla squadra, ma di certo noi non rimarremo"

Aspetterà ancora, almeno fino al 23 agosto, ovvero il giorno prima della scadenza per il campionato di serie C. Poi, se non sarà ancora riuscito a vendere il Livorno, deciderà cosa fare. Di sicuro, però, dopo 21 anni di presidenza Aldo Spinelli vuole liberarsi del Livorno e, nonostante le ripetute frenate nelle trattative per vendere la società, il patron amaranto non ha perso le speranze. Neppure dopo gli ultimi ostacoli sorti sul fronte svizzero, da dove sarebbe partito il bonifico dell'imprenditore spagnolo Manuel Fernandez di fatto mai arrivato sul conto del notaio Segalerba.

Cessione Livorno, Fernandez a Genova da Spinelli: 48 ore per chiudere

Per dimostrare di avere fatto tutti i passaggi dovuti e attendere il trasferimento dei soldi, l'imprenditore spagnolo è sceso martedì scorso a Genova, ma venerdì 14 avrebbe lasciato nuovamente il capoluogo ligure per tornare in Svizzera e cercare di risolvere il problema con la propria banca. Un nuovo intoppo che mina la credibilità dell'operazione ma che non sembra preoccupare Spinelli. "A qualcuno venderemo - dice Spinelli a LivornoToday -, non abbiamo perso le speranze. Aspettiamo fino al 23, poi vedremo cosa fare, ma di sicuro non resteremo noi al timone della società".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nessun ripensamento, dunque. Il mandato dato al ds Cozzella, ovvero iniziare a pensare alla squadra da allestire per il prossimo campionato di serie C, non significa che il presidente sia tornato sui suoi passi. "No assolutamente - dice il presidente -, noi non possiamo andare avanti, ormai è deciso da tempo. Ma è giusto che Cozzella lavori e pensi alla squadra e al bene del Livorno, ci mancherebbe altro. Andiamo avanti fino al 23, ci stiamo provando a vendere e speriamo di riuscirci".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, il voto in Toscana: preferenze a candidati e liste

  • Rosignano, tromba d'aria scoperchia case e devasta il Circolo Canottieri: diversi feriti. Video

  • Scuola, vietato ammalarsi: il protocollo Covid "imprigiona" le famiglie. Le mamme: "Servono test più rapidi e meno invasivi"

  • Elezioni Toscana, la composizione del nuovo Consiglio regionale: al Pd 22 seggi, 9 alla Lega

  • Allerta meteo arancione, scuole chiuse a Livorno venerdì 25 settembre: previsti temporali, vento e mareggiate

  • Terremoto Livorno, cda dimissionario: i soci isolano Navarra, il futuro è un'incognita. E il presente una vergogna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LivornoToday è in caricamento