rotate-mobile
Cronaca Venezia

Venezia, musica ad alto volume fino a tarda notte: "Nei weekend impossibile dormire"

La denuncia di alcuni residenti del quartiere: "Amplificatori come se ci fosse una discoteca, così non va bene"

Ore sei del mattino. Qualcuno ironicamente su Facebook scrive: "Non sento più la musica ad alto volume, gli amplificatori si devono essere scaricati. Ora provo a dormire". La protesta, e non è la sola, arriva direttamente dalla Venezia dove, secondo quanto denunciato dai cittadini, nei weekend la movida è ingestibile con gruppetti di ragazzi che affollano le strade fino a notte fonda con musica a tutto volume. I luoghi maggiormente frequentati sono piazza del Luogo Pio e gli Scali, ma è un problema che riguarda praticamente tutto il rione: "Alle 5 finisce il rumore notturno e inizia quello giornaliero - la protesta sui social -, così non si può andare avanti". 

Qualcuno suggerisce soluzioni "fai da te", altri invece riprendono quanto accade di nascosto per evitare possibili "ritorsioni". Tutti però sono esasperati da una situazione che si tra protaendo da tanto, troppo tempo. "Anche noi abbiamo il diritto a dormire così come accade nelle altre zone della città - sottolineano su Facebook -, perché qualcuno non interviene a riportare la calma?". I cittadini vorrebbero che ci fosse maggiore controllo in una zona che già in passato è salita alla ribalta della cronaca per episodi come il lancio di una bicicletta nei fossi e l'accesione di fumogeni, tutto e sempre nel cuore della notte. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Venezia, musica ad alto volume fino a tarda notte: "Nei weekend impossibile dormire"

LivornoToday è in caricamento