rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Cronaca Via Galileo Galilei

Via Galilei, l'affondo di Aci: "La pista ciclabile è inutile, il Comune intervenga invece di girare le spalle"

Il duro attacco dell'Automobile Club: "Era scontato che i ragazzi avrebbero continuato a utilizzare il motorino, ma non siamo stati ascoltati"

"La pista ciclabile in via Galilei è completamente inutile". L'Aci Livorno non usa molti giri di parole per descrivere quella che loro è una "scelta sbagliata" da parte dell'amministrazione comunale. Il duro commento arriva dopo le numerose polemiche relative alle multe elevate dalla polizia municipale ai motorini in divieto di sosta proprio in via Galilei. "Non ci sono abbastanza parcheggi" avevano tuonato gli studenti. Parole alle quali aveva prontamente risposto l'amministrazione: "A scuola si può anche andare in autobus". 

"Perché nessuno dei vertici amministrativi è più passato da via Galilei e non sono state adottate soluzioni atte a migliorare l'eccessivo ingombro di motorini presenti addirittura in prossimità di scivoli pedonali. Le lamentele relative a questa insostenibile situazione si sentivano e sapevano da tempo ma nonostante tutto si è preferito girare le spalle ad una problematica che andava affrontata fin da subito. La soluzione non èsono la rimozione forzata, la pioggia di multe, o la ricerca di stalli e neanche le provvisorie soluzioni tampone. Quello che veramente occorreva e occorre fare è quella di dare e fare educazione stradale fin dai primi cicli di scuola e non quando i ragazzi sono già alla guida di un motorino, troppo tardi. Si deve iniziare dall'asilo, consolidando il pensiero alle elementari, ampliandolo e motivandolo alle medie per poi farne realtà alle superiori. Imporre non ha mai pagato ma convincere ed educare, questo sì che paga". 

Poi l'affondo: "A noi di Automobile Club di Livorno non ci piace dire 'lo avevamo detto' ma qui è proprio il caso di utilizzare questa antipatica frase. Lo avevamo detto che la pista ciclabile in via Galilei era totalmente inutile e che i ragazzi avrebbero continuato ad usare il motorino. Alle nostre perplessità e ai nostri dubbi ci fu risposto che il sondaggio online, effettuato sul sito del Comune di Livorno, aveva riportato un totale di 1136 risposte valide per procedere concretamente alla realizzazione di nuove piste ciclabili, ma come sappiamo i numeri sono numeri e la realtà spesso non tiene conto dei numeri ma di se stessa, appunto la realtà". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Galilei, l'affondo di Aci: "La pista ciclabile è inutile, il Comune intervenga invece di girare le spalle"

LivornoToday è in caricamento