rotate-mobile
Cronaca

Zanzare infette, un caso di virus Chikungunya a Livorno: maxi disinfestazione nel centro città

Le zone interessate sono il parco Pertini e quelle in un raggio di 200 metri da via San Carlo

Un caso sospetto di Virus Chikungunya, tipico delle aree tropicali trasmesso da zanzare tigre infette, si è verificato nei giorni scorsi a Livorno.  La paziente, una donna di circa 50 anni, straniera, ma residente in città è già stata dimessa in buone condizioni di salute e non più in grado di trasmettere la malattia.
Tuttavia il Comune, su indicazione dell'Asl, tramite Aamps effettuerà a breve una disinfestazione da zanzare nell'area di via San Carlo e strade limitrofe e vicino al parco pubblico "Pertini". 

Gli interventi seguono le indicazioni impartite dalla Regione Toscana attraverso lo specifico piano di sorveglianza delle arbovirosi (malattie virali trasmesse da vettori artropodi, come le zanzare e le zecche), che dispone l'effettuazione di interventi adulticidi, larvicidi e di eliminazione dei focolai larvali a carico della pubblica amministrazione. 

L'intervento principale per la prevenzione di queste malattie consiste nella massima riduzione possibile della popolazione di zanzara tigre e pertanto è necessario rafforzare la lotta all'insetto, agendo principalmente tramite la rimozione dei focolai larvali e con adeguati trattamenti adulticidi e larvicidi sia in area pubblica che privata. Ecco nel dettaglio le aree di interesse: 

  • "Parco Pertini"; 
  • la zona prossimale a Via San Carlo per un raggio di 200 metri nella quale sono presenti aree pubbliche stradali, parchi pubblici e scuole e aree private con pertinenze esterne: 
  • corso Mazzini: civici pari dal 32 al 216 e civici dispari dal 27 al 217; 
  • via Cecconi: civici dispari dal 1 al 21 e civici pari dal 2 al 26; 
  • via San Carlo: civici pari dal 90 al 172 e civici dispari dal 81 al 239; 
  • via Verdi: solo civici dispari dal 59 al 133. 

Virus Chikungunya, cos'è e i sintomi

La Chikungunya è una malattia virale, caratterizzata da febbre e forti dolori, che viene trasmessa all'uomo da zanzare infette. La prima epidemia nota - si legge sul sito del'Istituto superiore di sanità - è stata descritta nel 1952 in Tanzania, anche se già nel 1779 era stata descritta un'epidemia in Indonesia, attribuibile forse allo stesso agente virale. Nel corso degli anni altri 60 Paesi al mondo sono stati colpiti. Il virus si trasmette da persona a persona attraverso la puntura di una zanzara femmina del genere "aedes albopictus"conosciuta anche come zanzara tigre, considerata uno dei principali insetti invasivi. A fine giugno 2023 l'Iss contava quattro casi confermati in Italia, tutti associati a viaggi all'estero, con un'età media di 43 anni e nessun decesso. I principali sintomi del virus sono: sintomi del virus, quali febbre, brividi, cefalea, nausea e vomito in forma lieve. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zanzare infette, un caso di virus Chikungunya a Livorno: maxi disinfestazione nel centro città

LivornoToday è in caricamento