Venezia, Ztl 24 ore al giorno e nuovi sensi unici: come cambia la viabilità

Il provvedimento, entrato in vigore il 15 maggio e della durata di un anno, prevede anche l'eliminazione delle aree pedonali in scali del Monte Pio e scali del Ponte di Marmo

A fine febbraio, la giunta approvò il piano per attivare una Ztl 24 ore su 24 nella parte Sul della Venezia e per abolire due aree pedonali. Dalla mattina del 15 maggio, queste decisioni sono entrate in vigore e lo saranno per un anno (fino al 15 maggio 2020). 

L'area della nuova Ztl

Si tratta dell’isola delimitata dal Fosso Reale e dal Fosso della Venezia, a destra e a sinistra del ponte di San Giovanni Nepomuceno (recentemente pedonalizzato) comprendente le strade intorno al Tribunale di via Falcone e Borsellino, e attraversata da via Borra e dal tratto nord di via della Madonna. Questo l’elenco completo delle vie interessate: scali del Monte Pio, scali del Ponte di Marmo, scali del Vescovado, via Mons. Ganucci, scali delle Pietre, tratto di via della Madonna compreso tra scali delle Pietre e scali del Vescovado, scali del Pesce, via Buia, tratto di via dei Pescatori compreso tra via della Madonna e via Buia, via Falcone e Borsellino, via Traversa. 

Planimetria Ztl Sperimentale-2

Chi può accedere nella Ztl

Le nuova zona regolamentata rappresenta una estensione della Ztl della Venezia, e infatti per l’accesso è richiesto il contrassegno lettera A. Non sono al momento previsti varchi elettronici in entrata e in uscita. L'accesso e la sosta saranno consentiti soltanto ai titolari di contrassegno lettera A, ai disabili muniti di specifica autorizzazione e ai soggetti in “lista bianca”. Per le categorie economico-professionali autorizzate al transito e alla sosta nelle Ztl vale quanto specificamente previsto dal Disciplinare per ciascuna categoria. 

Come cambia la viabilità 

Via Borra rimarrà aperta al traffico, ma da questa via i non autorizzati non potranno più immettersi sugli scali del Vescovado e in via della Madonna. Diventano accessibili solo ai residenti e agli autorizzati la zona del Tribunale "Falcone e Borsellino" e la zona della Pescheria, dove è in corso la riqualificazione della piazza. Vengono inoltre abrogate (e ricomprese nella nuova Ztl) le aree pedonali in scali del Monte Pio e scali del Ponte di Marmo, istituite nel 2015. Viene invertito il senso di marcia in scali del Monte Pio e scali del Ponte di Marmo (con direzione via Borra – scali Monte Pio – scali Ponte di Marmo - via Borra). 
I tre varchi di ingresso (senza telecamere) alla nuova ztl sono all’inizio nel tratto finale di via Borra, alle intersezioni con scali del Monte Pio, scali del Vescovado e via della Madonna. I quattro varchi in uscita sono all’intersezione tra via Mons. Ganucci e via Avvalorati, all’intersezione tra via Traversa e via Borra, all’intersezione tra scali del Pesce e via Borra, all’intersezione tra scali del Ponte di Marmo e via Borra. 

Potrebbe interessarti

  • Abiti da sposa: dove poterli acquistare a Livorno

  • Intolleranza al lattosio: come riconoscerla e sintomi

  • Potassio: benefici e in quali alimenti trovarlo

  • Materiale scolastico: ecco tutto quello che occorre

I più letti della settimana

  • Isola d'Elba, gravissimo ragazzo di 16 anni dopo un tuffo: rischia la paralisi

  • Romito, bagnanti allarmati da invasione di meduse. Ma sarebbero ctenofori, innocui per l'uomo

  • Allerta meteo in Toscana prolungata fino a sabato 24 agosto: previste forti piogge

  • Partito democratico Livorno, ecco la nuova squadra: "La città ha fiducia in noi". Tutti i nomi

  • Serie B, Entella-Livorno: le probabili formazioni. Breda: "La squadra è competitiva"

  • Al via il Livorno Music Festival: programma, concerti e masterclass

Torna su
LivornoToday è in caricamento