Inciampo 01 - Eva Frappicini al Museo della città

Giovedì 14 marzo, alle 18, appuntamento con l'artista Eva Frapiccini nel Museo della Città – Luogo Pio Arte Contemporanea. Si avvia il ciclo inciampi a cura di Paola Tognon, direttrice scientifica dei Musei civici di Livorno. 
Nell'occasione prosegue anche "Incontri e confronti" (progetto inaugurato con i focus su Pino Pascali e Letizia Battaglia), un talk con Eva Frapiccini condotto da Paola Tognon e Serafino Fasulo, direttore scientifico Fondazione Carlo Laviosa.
L'appuntamento è inserito nell'ambito delle iniziative legate alla mostra "Letizia Battaglia. Fotografie" allestita negli spazi de I Granai di Villa Mimbelli.

Eva Frapiccini, che oggi vive e lavora fra l'Italia e il Regno Unito, fonda la sua ricerca artistica su un accurato lavoro di documentazione e utilizza il medium della fotografia muovendosi attraverso i differenti codici delle arti visuali. 
In questa visione a tutto tondo Inciampo01 è "Il Pensiero che non diventa Azione avvelena l'Anima" (2018) installazione concessa in prestito dal Musinf - Museo Comunale d'Arte Moderna, dell'Informazione e della Fotografia di Senigallia - che viene allestita negli spazi del Luogo Pio Arte Contemporanea fino al 29 settembre 2019.
L'installazione, strutturata come un archivio fotografico da consultare, è frutto di un progetto partecipativo che ha coinvolto archivi storici e centri studi sulle mafie, familiari delle vittime, scuole, biblioteche di Palermo e del resto di Italia. Un percorso di ricerca sui personaggi che hanno caratterizzato la stagione di lotta alla mafia tra gli Anni '70 e '90 del XX secolo.

"Il Pensiero che non diventa Azione avvelena l'Anima" è un progetto nato nel programma "Da che parte stai? Per una cultura della legalità" a cura di Connecting Cultures e Associazione Isole e realizzato grazie al sostegno di Italian Council – Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane (DG AAP) – Mibac Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

L'inciampo è qualcosa che si relaziona con noi in modo inaspettato e ci obbliga a interrompere il nostro fluire quotidiano di azioni e pensieri. L'artista contemporaneo Gunter Demnig dagli Anni '90 utilizza le pietre per provocare e fissare importanti memorie collettive nel tessuto urbano e sociale. L'inciampo di Eva Frapiccini si pone all'interno dell'allestimento del museo e ci porta inavvertitamente a modificare il nostro percorso.

L'incontro presso il Museo della Città - Luogo Pio Arte Contemporanea, Livorno è organizzato dal Comune di Livorno in collaborazione con Fondazione Carlo Laviosa Onlus e Musinf - Museo Comunale d'Arte Moderna, dell’Informazione e della Fotografia di Senigallia. Ingresso gratuito.

PER INFO
Museo della Città Luogo Pio Arte Contemporanea - Piazza del Luogo Pio, Livorno
0586 824551 | museodellacitta@comune.livorno.it
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Life's beach", dal 2 aprile ai Granai di Villa Mimbelli la mostra fotografica di Martin Parr

    • dal 2 aprile al 31 maggio 2020
    • Museo Fattori - Granai di Villa Mimbelli
  • Fase 2, riaperture Livorno | A Santa Giulia si torna al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo

    • solo oggi
    • Gratis
    • 22 maggio 2020
    • Museo di Storia Naturale del Mediterraneo

I più visti

  • "Life's beach", dal 2 aprile ai Granai di Villa Mimbelli la mostra fotografica di Martin Parr

    • dal 2 April al 31 May 2020
    • Museo Fattori - Granai di Villa Mimbelli
  • "Siuski, fatto schizzi?", nel nuovo spettacolo dei Mayor tutto l'amore per la città. Al Goldoni il 27 e 28 maggio

    • dal 27 May al 28 March 2020
    • Teatro Goldoni
  • Teatro, Lamberto Giannini mette in scena online lo spettacolo "Gabbia di Mayor"

    • Gratis
    • dal 27 al 28 May 2020
    • Pagina Facebook Mayor Von Frinzius
  • Teatro Quattro Mori, lo spettacolo "Casalinghi Disperati" in programma il 27 maggio

    • 27 May 2020
    • Cinema Teatro Quattro Mori
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LivornoToday è in caricamento