Anna Barsotti, una Lecture su Emma Dante al Cisternino di città

"Tutti dicono di sapere tutto sulla mafia e per questo Cani di bancata è urtante: la gente non vuole sentir ridire le cose. Ma lo sapete che la donna è bandita dalle tavolate in cui si decidono le sorti di qualcuno? E che quindi se metto una donna a capo di una cosca è simbolo di qualcos'altro?" (Emma Dante).
Con "Cani di bancata" la regista palermitana ha indirizzato il suo sguardo di donna sul tema della mafia, costruendo una narrazione inedita, una denuncia cruda, controversa, complessa.
Anna Barsotti, già Ordinario di Discipline dello spettacolo presso l'università di Pisa e autrice della monografia "La lingua teatrale di Emma Dante", ci guiderà in una lettura dello spettacolo analizzando il linguaggio e la poetica della regista.

Introduce Giulia Simi, direttivo Società Italiana delle Letterate.

L'incontro fa parte del seminario "Le donne, le mafie: ambivalenze, contaminazioni. Una lettura differente", promosso dalla Società Italiana delle Letterate e dalla Associazione Evelina De Magistris, in collaborazione con il Comune di Livorno.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Piombino, "Ti leggo la storia che vuoi" si sposta in videoconferenza

    • solo domani
    • Gratis
    • 5 dicembre 2020
    • online

I più visti

  • "Vissi d'arte", il Novecento di Guttuso, Carrà e Morandi in mostra al Museo della Città

    • dal 30 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Museo della Città - Luogo Pio Arte Contemporanea
  • Al via i nuovi corsi di recitazione del Teatro della Brigata

    • dal 26 ottobre 2020 al 3 giugno 2021
    • Teatro della Brigata
  • Teatro, al via i corsi della scuola di recitazione "Le ali di Icaro"

    • dal 19 ottobre 2020 al 15 giugno 2021
    • danza&danza
  • Piombino, "Ti leggo la storia che vuoi" si sposta in videoconferenza

    • solo domani
    • Gratis
    • 5 dicembre 2020
    • online
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LivornoToday è in caricamento