Premio Ciampi, edizione speciale a quarant'anni dalla morte del grande artista livornese

Torna la rassegna dedicata al poeta e cantautore scomparso il 19 gennaio 1980 a 45 anni. Appuntamento dal 16 al 19 gennaio 2020

Sono passati quarant'anni da quando Piero Ciampi, lo chansonnier livornese con il vento nell'anima e nelle parole, morì prima di ottenere il successo che avrebbe meritato. Se la vita fosse andata in un'altra direzione. Poeta, cantautore, intellettuale, gran bevitore, forse anche filosofo, Piero Ciampi era questo e anche molto altro. Oggi, quarant'anni dopo quel 19 gennaio 1980, Piero è l'anima di una Livorno che lo celebra dal 16 al 19 gennaio 2020 con la 25esima edizione del "Premio Ciampi - Città di Livorno": una città che lo ha riscoperto lentamente, del resto che "Livorno dà gloria soltanto all'esilio e ai morti la celebrità" è cosa nota. Lo ha cantato Vinicio Capossela, parlando di Amedeo Modigliani, ma avrebbe potuto dedicare le stesse parole a Piero Ciampi, nato anche lui come Modigliani in via Roma, uno di fronte all'altro, partito anche lui come Modigliani per Parigi. Geni entrambi ma solo dopo la morte, pagine indispensabili di un ipotetico libro scritto per raccontare Livorno.

Piero Ciampi, 85 anni senza auguri di compleanno

Livorno, città che Piero definì una volta un'isola. "È la città più difficile per tutti, anche per me. Perché a Livorno c'è tutta la contraddizione del mondo: ci sono gli americani, c'è il più grande Monte di Pietà che si possa immaginare. C'è anche una delle più numerose comunità ebraiche in Italia - disse in un'intervista del 1976 -. A Livorno sono nati il partito socialista e quello comunista e c'è anche una squadra  di calcio che milita in serie C ma che meriterebbe lo scudetto in A. Ecco, io sono il Robinson Crusoe di quest'isola che poi è un mondo" (da Il ballo di san Vinicio di Massimo Padalino, ed. Arcana).

E questo 2020 li vede protagonisti entrambi. Modigliani al centro di una grande mostra, la più grande e importante mai realizzata a Livorno, dedicata ai suoi anni parigini, Piero Ciampi di un'edizione speciale della 25° edizione del "Premio Ciampi - Città di Livorno", manifestazione che nonostante le difficoltà ha contribuito a raccontare e consegnare all'eternità la musica di Piero. Il Premio Ciampi si terrà dal 16 al 19 gennaio 2020, a quarant'anni esatti quindi dalla morte del poeta e musicista livornese e a darne l'annuncio è stato il presidente di giuria, Antonio Vivaldi, durante il Mei (Meeting Etichette Indipendenti) a Faenza (Ravenna) in cui è stato organizzato un ricordo di Piero con i Marlene Kuntz come ospiti d'onore. Durante la manifestazione a Livorno, nel prossimo gennaio saranno organizzate varie iniziative che coinvolgeranno la città, con la consegna dei premi prevista per la serata che, tradizionalmente, chiude la rassegna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rosignano sotto osservazione famiglia di Casalpusterlengo. Il sindaco: "Situazione tranquilla"

  • Isola d'Elba, perde il controllo dell'auto e si ribalta: feriti madre e figlio

  • Madre e figlia investite da auto pirata, il conducente si costituisce ai carabinieri

  • Minacciata con un coltello nel parcheggio del Parco Levante

  • Coronavirus, all'isola d'Elba due famiglie cinesi in quarantena volontaria: "Situazione sotto controllo"

  • Tragedia all'Isola d'Elba, 84enne muore dopo una caduta dal terrazzo della sua abitazione

Torna su
LivornoToday è in caricamento