Scenari di Quartiere, il teatro entra nelle case

La rassegna ideata da Fabrizio Brandi e Marco Leone lavora sul senso di comunità e porta alla riscoperta di valori antichi come il teatro stesso. Si parte venerdì 1 marzo

Scenari di quartiere – la rassegna ideata tre anni fa da Fabrizio Brandi e Marco Leone per riportare il teatro in strada, centro nevralgico della città – entra negli appartamenti e invade, non soltanto metaforicamente, le case e la vita dei livornesi. Per la versione invernale, infatti, alcuni spettacoli "work in progress" verranno letteralmente testati di fronte al pubblico seduto in salotto o in cucina. "Abbiamo lanciato l'idea 'Adotta un artista' per portare il teatro dentro le case della gente – racconta Fabrizio Brandi – ed è stato un lavoro capillare e complesso ma la risposta delle persone mi ha lasciato senza parole. L'idea adesso è di creare un format con un menù di attori legati a 'Scenari di Quartiere' da poter convocare, anche autonomamente, per allestire spettacoli in luoghi privati". E se durante il mese di marzo il teatro si farà in casa, ad aprile tutto il festival si trasferirà nei luoghi pubblici cittadini e, infine, a maggio nelle scuole.

In un momento storico in cui la tendenza collettiva è quella di chiudersi dentro uno spazio individuale, il teatro e la cultura si fanno dunque motore di socialità e vanno alla riscoperta del senso di comunità. A fine marzo, inoltre, partiranno due laboratori di narrazione per allievi under 40. Il primo – di MoWan teatro tenuto da Alessandro Brucioni e Michele Crestacci– sarà incentrato sulla relazione delle persone con se stesse e il secondo – tenuto da Fabrizio Brandi e Francesco Niccolini – sulla relazione tra individuo e collettività. Durante Scenari di Quartiere ogni sabato, alle 17.30, la guida turistica Fabio Ottone accompagnerà gli interessati in un tour del quartiere teatro dell'appuntamento.

Il programma

Venerdì 1 marzo – Quartiere Stazione
Sabato 2 marzo – Quartiere Venezia
Domenica 3 marzo – Quartiere Fabbricotti

"Marguerite e Io" di e con Elena De Carolis (produzione AgaveTeatro)
Uno spettacolo tutto da costruire sulla vita e la carriera di Marguerite Duras. Ore di materiale che Elena De Carolis proverà davanti al pubblico per realizzare la versione definitiva dello spettacolo.

Venerdì 8 marzo – Quartiere Centro
Sabato 9 marzo – Quartiere Magenta
Domenica 10 marzo – Quartiere Borgo Cappuccini
"Concedimi di diventare niente" di e con Peppe Fonzo (produzione Magnifico Visibal Teatro)
Un lavoro sull'essere attore. Nessuna scenografia, niente luci, solo il palco, il corpo e il pubblico.

Venerdì 15 marzo – Quartiere San Jacopo
Sabato 16 marzo – Quartiere San Marco
Domenica 17 marzo – Quartiere Sorgenti

"Natale Papini" di e con Emanuele Barresi.
Un monologo nato durante "Le stanze livornesi" che rinasce e si modifica in un'altra stanza, quella dell'appartamento messo a disposizione. Natale Papini, abile fabbro livornese, mise a diposizione il suo talento per un'impresa straordinaria che, nel 1917, cambiò la Storia e ribaltò le sorti della Prima Guerra Mondiale.

Venerdì 22 marzo – Quartiere Attias
Sabato 23 marzo – Quartiere Montenero
Domenica 24 marzo – Quartiere Coteto

"Alda canta ancora – omaggio ad Alda Merini" di e con Alessia Arena in collaborazione con Francesco Catalucci. Musiche Gianni Nebbiosi e Giovanni Nuti. Arrangiamenti originali e chitarra classica a 7 corde Francesco Catalucci.
Ironia e amarezza si fondono per raccontare, in maniera originale e poetica, una delle donne più importanti del Novecento.

Venerdì 29 marzo – Quartiere Pontino
Sabato 30 marzo – Quartiere Collinaia
Domenica 31 marzo – Quartiere Antignano

"Felice" di Michele Crestacci e Alessandro Brucioni con Michele Crestacci
regia Alessandro Brucioni produzione mo-wan teatro.
Trent'anni di vita livornese, e italiana, raccontati attraverso i cambiamenti del mercato centrale. L'arrivo dell'euro, i supermercati, i parcheggi a pagamento. La storia del mercato come paradigma dell'esistenza.

Nei luoghi pubblici

Lunedì 8 aprile – Cisternino di Città
"A testa sutta"
di Luana Rondinelli. Interpretato e diretto da Giovanni Carta, musiche Massimiliano Pace. Produzione Accura Teatro Roma
Una Palermo assolata e polverosa fa da sfondo alle vicende di "U Biunnu" e "Il Boss". Un dualismo perfetto tra due cugini che si completano a vicenda. Una storia potente sulla diversità e l'amicizia.

Giovedì 11 aprile - Museo della città (Biblioteca)
"TuttoDaSola" di e con Anna Meacci.
Il racconto autobiografico che parte dalle storie di paese e racconta i ricordi.

Venerdì 26 aprile – Villa Fabbricotti (Sala conferenze)
"Marocchinate" di Simone Cristicchi e Ariele Vincenti con Ariele Vincenti, regia Nicola Pistoia
Un racconto struggente e drammatico sulla guerra che sembra finita ma che non lo è. La tragedia della Ciociaria del '44 raccontata con un linguaggio universale perché le vicende delle donne violentate diventino storia di tutti.

Lunedì 20 maggio – Bagni Pancaldi (Sala conferenze)
"Intatta Tour" con Mario Tozzi e Dario Vergassola. Una produzione Mismaonda
Un viaggio a tappe per raccontare l'Italia, una tappa per ogni regione. Unica replica in Toscana.

Nelle scuole

Sabato 4 maggio - ITI G. Galilei
"La scuola non serve a nulla" di e con Antonello Taurino
, scritto con Carlo Turati
Viaggio tragicomico e autobiografico di Antonello Taurino, insegnante di giorno e attore di notte.

Martedì 7 maggio - Liceo Scientifico "Cecioni"/ IIS "Buontalenti Cappellini Orlando"
"Stasera sono in vena" di e con Oscar De Summa. Produzione La Corte Ospitale in collaborazione con Armunia.
Spettacolo ironico e amaro ambientato nella Puglia degli anni Ottanta.

COME PARTECIPARE

Per prenotare la partecipazione gratuita ad uno degli spettacoli nelle case private nel fine settimana (venerdì, sabato o domenica) telefonare dal lunedì al giovedì precedente con orario 10-12 ai numeri della Fondazione Teatro Goldoni 0586 204219 – 0586 204201. E' possibile richiedere massimo 2 accrediti. Si riceverà via e mail il voucher per accedere allo spettacolo ed indicazione del punto di ritrovo per il pubblico (alle 18.30 del giorno prescelto) per accedere all'appartamento dove si terrà lo spettacolo. Gli spettacoli nei luoghi pubblici sono gratuiti ed aperti al pubblico; quelli nelle scuole sono riservati agli studenti dell'Istituto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutte le informazioni su www.goldoniteatro.it e www.scenaridiquartiere.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Venezia: barche, biciclette e bottiglie sul fondale dei fossi più puliti. Le foto

  • Coronavirus Livorno, 3 morti e 9 nuovi positivi tra città e provincia: il bollettino di sabato 4 aprile

  • Coronavirus, autocertificazione per "matrimonio": Nicola e Virginia sposi con la mascherina

  • Coronavirus Livorno, ecco come richiedere il buono spesa. Salvetti: "Disponibile per il weekend"

  • Coronavirus, traffico di gente in via Cairoli ripreso da un autista "sceriffo". Video

  • Coronavirus, un morto a Vada e 15 nuovi positivi tra Livorno e provincia: il bollettino di mercoledì 1 aprile

Torna su
LivornoToday è in caricamento