rotate-mobile
Imprese

Come aprire un'azienda agricola a Livorno

Una pratica guida per coloro che intendono avviare un'attività in questo settore

Per aprire un'azienda agricola è necessario rispettare alcuni passaggi. Innanzitutto occorre aprire una partita Iva, registrare la nuova attività presso la Camera di Commercio nel Registro delle Imprese e aprire una posizione INPS o INAIL. Nel caso in cui si intenda avviare anche una vendita diretta dei prodotti agricoli, sarà necessario richiedere un'autorizzazione sanitaria all'ASL. Requisito indispensabile è inoltre il titolo IAP (Imprenditore Agricolo Professionale) riconosciuto dalla Regione.

Come aprire un b&b a Livorno

Titolo IAP: come ottenerlo

Ecco cosa occorre per ottenere il titolo IAP:

  • possesso di specifiche conoscenze agricole, certificate da un diploma o da una laurea in agraria oppure da un'esperienza nel settore di almeno 3 anni o ancora dalla partecipazione a corsi regionali;
  • l'attività agricola deve rappresentare almeno il 50% del proprio lavoro e almeno il 50% del reddito.
  • iscriversi alla gestione previdenziale agricoltura.

È possibile avanzare richiesta per ottenere il titolo IAP presso gli Uffici della Provincia. Non è necessario possedere tutti i requisiti al momento della presentazione della domanda: questi possono essere infatti perseguiti entro i due anni successivi.

Una volta ottenuto il titolo IAP, si può partire con il progettare l'attività agricola stabilendo quali caratteristiche dovrà possedere e valutando:

  • dimensioni dell'azienda;
  • forza lavoro necessaria;
  • terreno adatto;
  • mercato, concorrenza, stima dei redditi futuri, canali di distribuzione a cui appoggiarsi.

I costi per avviare un'attività agricola 

Questi i costi previsti per avviare un'attività agricola:

  • costo del commercialista;
  • contributi INPS;
  • costi per i macchinari, i quali variano a seconda della tipologia di attività;
  • tasse (per le quali sono previste agevolazioni)

È possibile godere di diverse agevolazioni che possono ridurre, anche notevolmente, i costi di partenza. I contributi possono essere soggetti a variazioni a seconda del periodo o dell'ente erogatore. Il consiglio è di seguire tutti i siti istituzionali del settore

  • Coldiretti sezione giovani: qui si possono trovare i bandi per contributi a fondo perduto e richiedere la consulenza di un imprenditore della tua zona.
  • Confagricoltura: organizza spesso incontri formativi per i nuovi imprenditori e offre assistenza sulle modalità di partecipazione ai bandi.
  • Commissione europea: qui si trovano informazioni su bandi e iniziative a livello europeo e agevolazioni per i giovani e per l'imprenditoria femminile.

Informazioni

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla Camera di Commercio di Livorno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come aprire un'azienda agricola a Livorno

LivornoToday è in caricamento