Temporali e vento, prolungata l'allerta meteo su Livorno e provincia fino a sabato 21 dicembre

Codice giallo in città, arancione a Cecina dove le scuole rimarranno chiuse in previsione delle piogge abbondanti. L'allarme cesserà alle 14 di domani

È stata anticipata alle 12 di oggi e prolungata fino alle 14 di sabato 21 dicembre l'allerta meteo su Livorno e provincia. Se in città le criticità per pioggia, vento e mareggiate rimarranno comunque con codice giallo, nel sud della provincia l'allarme sarà di colore arancione in previsioni di forti temporali che metteranno a rischio la tenuta di fossi e corsi d'acqua. Per tali ragioni, considerato l'elevato rischio, il sindaco di Cecina, Samuele Lippi, ha predisposto la chiusura delle scuole. Nessun provvedimento, invece, a Livorno, dove il forte vento con mareggiate e le possibili forti precipitazioni a carattere anche temporalesco dovrebbero avere un basso impatto sul rischio idraulico per il reticolo principale e rischio idrogeologico per il reticolo minore.

allerta-8

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I consigli della protezione civile

In caso di avvisi di criticità o di allerte meteo, la protezione civile consiglia ai cittadini di alzare il livello della normale prudenza e di seguire le indicazioni fornite dall’autorità di protezione civile locale (Comune) e i canali informativi sulla viabilità, nonché l’evoluzione delle condizioni meteo tramite radio, TV, siti web istituzionali, e di osservare i seguenti accorgimenti.

Come comportarsi in caso di forti piogge e temporali

  • Evitare l’attraversamento di strade inondate e sottopassi qualora appaiano allagati in quanto la profondità e la velocità dell’acqua potrebbero essere maggiori di quanto non appaia.
  • La forza della precipitazione potrebbe far uscire dalla loro sede i tappi dei tombini: fare attenzione alla circolazione anche in strade poco allagate.
  • Prestare attenzione a percorrere le strade dove l’acqua si è ritirata perché potrebbero esserci pericoli.
  • Evitare di transitare o sostare lungo gli argini dei corsi d’acqua, e sopra ponti e passerelle.
  • Porre delle barriere per evitare che l’acqua possa allagare locali posti sotto il livello stradale, come cantine e box sotterranei.

Come comportarsi in caso di forte vento

  • Fare attenzione all’aperto, in particolare in presenza di alberi e strutture temporanee o pericolanti e nei centri urbani.
  • Guidare con attenzione, in particolare sui tratti esposti alla caduta di piante e sassi.
  • Spostare o mettere in sicurezza oggetti sensibili agli effetti del vento prima dell’inizio del periodo di allerta.
  • Limitare le attività all’aperto e gli spostamenti.
  • Fare molta attenzione in città a possibili cadute di oggetti dall’alto (tegole, cornicioni, vasi, ecc.)
  • Non sostare in auto o a piedi in prossimità di piante e coperture, e prediligere gli spazi aperti.

Come comportarsi in caso di mareggiate

  • Tenersi aggiornati sull'evoluzione delle condizioni meteomarine tramite radio, TV, siti web istituzionali.
  • In caso di spostamento tramite traghetti, informarsi su possibili cancellazioni/riduzioni dei servizi.
  • Evitare le attività sportive e nautiche da diporto in mare, evitare ogni trasferimento via mare.
  • Balneazione vietata.
  • Mantenersi a debita distanza da scogli o moli che possano essere raggiunti da onde anomale.
  • Evitare, se possibile, di transitare nei tratti stradali a ridosso della costa o battigia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2 Toscana: le linee guida stabilimenti balneari, campeggi, parchi di divertimento e ristoranti. L'ordinanza della Regione

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Tragedia in via Mondolfi, motociclista muore a 58 anni dopo lo scontro con un suv

  • Pronto Soccorso, accessi per storte e "troppo sole". Medici stremati: "Non siamo più i vostri eroi?"

Torna su
LivornoToday è in caricamento