rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Elezioni comunali 2019

Elezioni 2019, le reazioni della politica dopo il voto in vista del ballottaggio

Dalla gioia di Romiti e Salvetti, alla delusione di Sorgente e Bruciati: le dichiarazioni dei candidati a scrutinio ancora in corso e le intenzioni di voto per il secondo turno

Le elezioni comunali del 26 maggio a Livorno sono state dominate dalle coalizioni di centrodestra, guidata da Andrea Romiti, e centrosinistra, guidata da Luca Salvetti. Saranno loro due infatti a giocarsi, al ballottaggio del 9 giugno, la possibilità di diventare sindaco. Un risultato che rispecchia quello delle Europee, soprattutto nella nostra provincia, dove Pd e Lega l'hanno fatta da padroni a discapito dei 5 Stelle che si sono fermati al 17%. Ma come si schiereranno i candidati sindaci al ballottaggio? 

Salvetti: "Al ballottaggio ragioneremo con tutte le forze democratiche e antifasciste"

Il candidato di Pd, Futuro, Mdp - Articolo Uno e Casa Livorno è felice per il risultato ottenuto nel primo turno: "Sapevamo che a Livorno ci sarebbe stato il ballottaggio, ma non pensavamo di arrivarci con questi numeri. Adesso si apre la partita più importante. Cercheremo il dialogo con tutte le forze antifasciste e democratiche, Buongiorno Livorno e Cinque Stelle compresi". 

Romiti: "Risultato storico. Al ballottaggio vinceremo"

Il candidato di Lega, Livorno in Movimento, Forza Italia e Fratelli d'Italia esprime tutta la sua soddisfazione: "Abbiamo tra le mani un'opportunità unica per dare un vero cambiamento a questa città. Ero convinto che saremo arrivati al ballottaggio così come sono convinti che al secondo turno vinceremo". 

Sorgente: "Sono delusa. Al ballottaggio non daremo indicazioni"

La vicesindaco e candidata del M5s amareggiata per non aver raggiunto il secondo turno: "Ho fatto il massimo in questi cinque anni e durante la campagna elettorale. Tuttavia diventa difficile correre sempre da soli". 

Bruciati: "Ammettiamo la sconfitta. Al ballottaggio ci schiereremo"

Era convinto di poter arrivare al secondo turno, ma il candidato di Buongiorno Livorno e Potere al Popolo ha dovuto fare i conti con l'amara realtà: "Ammettiamo la sconfitta e cercheremo di capirne i motivi. Per il ballottaggio ci schiereremo sicuramente. Le assemblee dei soci di BL e Pap nei prossimi giorni si riuniranno e delibereranno le decisioni da prendere". 

Vitulano: "Positivo il nostro risultato. Ballottaggio? Valutaremo i contenuti"

La candidata sindaco di Livorno in Comune è felice di quanto ottenuto nonostante la sua percentuale si attesti intorno all'1,37%: "Siamo una nuova realtà, ora portiamo avanti il progetto Parma. Per il ballottaggio prima di esprimere una preferenza voglio valutare i contenuti". 

La sinistra per Cannito: "Ballottaggio? Serve un argine alla destra"

La coalizione di Città Diversa e La Sinistra non è bastata ad assegnare un seggio a Marco Cannito: "Alla luce dei risultati elettorali non positivi emersi con le votazioni del 26 maggio vogliamo comunque ringraziare chi ci ha votato e tutti i tutti i nostri candidati e candidate che si sono impegnati durante una durissima campagna elettorale. Rispetto allo scenario presente con l'imminente ballottaggio fra Salvetti e Romiti, avvieremo le opportune assemblee dei partiti, ma già da ora, crediamo che sia indispensabile costruire un argine alla destra in questa città". 

Ina Dhimgjini: "Arrivare al ballottaggio non vuol dire intercettare voti da tutte le parti"

La candidata sindaco di Livorno a Misura commenta così il ballottaggio del 9 giugno. "Noi di Livorno a Misura siamo pronti a valutare attentamente ciò che avverrà, se non gradiremo nessuna proposta non daremo un'indicazione di voto. Arrivare al ballottaggio non vuol dire fare incetta di voti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2019, le reazioni della politica dopo il voto in vista del ballottaggio

LivornoToday è in caricamento