menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Filippo Nogarin alla corte di Virginia Raggi, pronta una consulenza al Comune di Roma: "Ci stiamo lavorando"

L'ex sindaco di Livorno entrerà a far parte dello staff di Lemmetti, l'assessore al Bilancio che lasciò la giunta pentastellata livornese proprio per l'incarico in Campidoglio

Se ne parlava già da un anno come possibile assessore all'Ambiente del Comune di Roma. Alla fine in Campidoglio, pur come consulente, l'ex sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, ci arriverà comunque, con una consulenza che la giunta guidata da Virginia Raggi delibererà per rinforzare lo staff di Gianni Lemmetti, assessore al Bilancio che rimise a Nogarin le stesse deleghe proprio per entrare a far parte del governo capitolino. L'indiscrezione, anticipata dalle cronache romane di Repubblica, Corriere della Sera e Il Messaggero, è stata confermata a LivornoToday dallo stesso Nogarin, il quale precisa però che non ci sia ancora niente di ufficiale. "Sarei felice di dare una mano a Virginia - dice l'ex sindaco -, ne stiamo parlando da diverso tempo ma non c'è ancora nente di scritto. Prima di qualsiasi altro commento, dunque, preferisco aspettare".

Conte bis, nessun toscano nel governo: fuori anche l'ex sindaco di Livorno Nogarin

Già consulente del ministro per i Rapporti con il Parlamento, Federico D'Inca, Nogarin è stato duramente attaccato sulle colonne de Il Tempo da Maurizio Gasparri, commissario del coordinamento Forza Italia Roma Capitale: "Fingono di moralizzare gli apparati pubblici, ostentano una presunta trasparenza, ma lottizzano a tutto andare - ha detto Gasparri -. E adesso Nogarin accumula ai soldi che gli dà D’Incà (40mila euro) quelli che gli darà la Raggi (27mila euro). Un'assoluta vergogna. I grillini sono l'Italia peggiore". Critiche alle quali Nogarin risponde con una sonora risata: "Scusatemi - dice ridendo - ma è il solo commento che posso fare".

Alluvione Livorno, chiesto il rinvio a giudizio per Nogarin e Pucciarelli: l'accusa è omicidio colposo plurimo

Di certo, sono infiniti i movimenti sull'asse pentastellato Roma-Livorno. A ricordarli tutti è ilfattoquotidiano.it, un elenco che parte proprio da Lemmetti, passando per Lanzalone, l'ex presidente di Acea, ora a processo per l'inchiesta sul progetto stadio della As Roma, che a Livorno curò la procedura di concordato per il salvataggio di Aamps. E ancora Fabio Serini, livornese attuale capo dell'Ipa, Massimo Bagatti, piombinese nominato per un periodo a dirigere Ama, e infine Raffaele Santulli, ex manager di Atac che dalla capitale arrivò all'ombra dei Quattro Mori per la direzione operativa di Aamps. L'ultimo movimento, sarebbe il settimo, potrebbe essere proprio quello di Nogarin, molto amico di Virginia Raggi e pronto ad aiutare la numero uno del Campidoglio, come consulente dell'assessorato al Bilancio, anche in vista di una eventuale ricandidatura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piatti locali, la ricetta delle telline alla livornese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LivornoToday è in caricamento