Politica Ardenza-LaRosa / Piazzale Montello

Multe al funerale di Gigi "Coda" allo stadio, critiche alla questura dalla sinistra livornese: "Rappresaglia fuori luogo"

Le reazioni di Bruciati (Buongiorno Livorno), Bottai (Partito Comunista) e Potere al Popolo dopo le sanzioni per inosservanza alle norme anti covid che hanno colpito 34 persone tra i presenti all'ultimo saluto al tifoso amaranto

Non si sono fatte attendere le reazioni ai procedimenti avviati dalla questura di Livorno nei confronti di 34 persone che, nella giornata di lunedì 22 marzo, hanno partecipato al funerale-omaggio allo stadio riservato all'amico ultras Gigi "Coda" Guccini, il compagno prematuramente scomparso sabato scorso a 51 anni. Sanzionati per aver partecipato a "una manifestazione in aperto contrasto con le norme tese a tutelare la salute pubblica e a limitare la diffusione della pandemia da covid -19", e con l'identificazione in corse di un altro centinaio di presenti -, i provvedimenti amministrativi sono stati duramente ciriticati dalla sinistra livornese.

Livorno, lutto in curva Nord: gli ultras piangono la morte di Gigi "Coda" Guccini

"Provvedimento inopportuno, fuoriluogo e puro str**zo", le parole dell'ex candidato a sindaco per Buongiorno Livorno, Marco Bruciati, tra l'altro promotore del comitato per l'azionariato popolare. "Il questore intende fare una rappresaglia su una tifoseria ed una famiglia che salutano un proprio caro? ", si chiede invece Lenny Bottai, segretario del Partito Comunista ed ex colonna delle Brigate Autonome Livornesi. E ancora Potere al Popolo che parla di "un semplice atto repressivo gratuito".

Reazioni all'indagine di polizia espresse via Facebook o con comunicati stampa che riportiamo integralmente nelle pagine successive.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe al funerale di Gigi "Coda" allo stadio, critiche alla questura dalla sinistra livornese: "Rappresaglia fuori luogo"

LivornoToday è in caricamento