Sabato, 13 Luglio 2024
Politica

Giunta comunale, Salvetti presenta la squadra e ironizza: "Non vedo l'ora di tornare a tagliare nastri, ero In astinenza" | VIDEO

Il sindaco scherza ma sottolinea gli obiettivi di mandato: "Prima mi prendevano in giro, adesso i livornesi hanno capito che dietro ogni nastro c'è un lavoro. Il programma la nostra linea guida"

ISCRIVITI AL CANALE WHATSAPP DI LIVORNOTODAY

"Se avessi potuto nominare 20 assessori, lo avrei fatto": È questo il solo rammarico del sindaco Luca Salvetti al termine della presentazione della giunta comunale che amministrerà la città per i prossimi cinque anni. Lo dice convinto non per giustificarsi con eventuali esclusi da un posto nella squadra di governo, ma perché "per questa città, con questo numero di deleghe, nove assessori sono pochi: ne servirebbero dodici". E allora ecco spiegato anche il senso, al di là delle novità Mirabelli (Lavoro, Sviluppo e Opere pubbliche) e Magnani (Politiche giovanili e Formazione), del potenziamento di alcuni assessorati, con deleghe redistribuite dallo spacchettamento di altri: "Prima in un comune come Livorno c’era la pianificazione urbanistica e il piano triennale dei lavori pubblici, adesso si è aggiunta l'attuazione Pnrr, che per Livorno quota quasi cento milioni di euro. È naturale che la questione in capo a un solo assessore fosse estremamente pesante e difficoltoso, si tratta di un riequilibrio a vasi comunicanti". 

I cambiamenti

Salvetti presenta le new entry, ringrazia gli uscenti Simoncini e Bonciani (resteranno comunque come consulenti del sindaco, ndr), e spiega le scelte "fatte per la città e non guardando agli equilibri. In questo le liste civiche sono state estremamente collaborative. I cambiamenti, piccoli ma significativi, sono nelle deleghe e sono dettate dalle necessità emerse in questi cinque anni. L'idea, già sperimentato, è quella dei tavoli intersettoriali, con una condivisione forte e un lavoro di équipe che darà i suoi risultati. Il programma sarà il nostro vademecum assoluto".

Con l'uscita di Bonciani, la giunta 2024-2029 sarà un po' meno rosa. "Ho fatto delle scelte non in base al genere- spiega Salvetti - ma in base ai talenti, sia in giunta che nella struttura comunale. Non ho sentito difficoltà nel dire esce una donna, esce un uomo ed è solo quando la questione non creerà più problemi che avremo centrato definitivamente il superamento degli stereotipi. La prossima settimane in due ruoli dirigenziali del Comune di Livorno due donne sostituiranno due uomini, deve essere una cosa normale".

Gli obiettivi di mandato

Ribadito il 'Livornocentrismo' anche nel secondo mandato, Salvetti si dice convinto che sia "il momento giusto per la città di Livorno di essere più presente sui tavoli regionali e nazionali". Quindi le risposte ad alcune domande sulle tematiche più importanti: "Partiremo dall'associazionismo per gli anziani - dice - e andremo avanti semore con il programma come linea guida. L'inceneritore? Al di là di un rinnovamento con pezzi a noleggio, che non sarà dunque un revamping dell'impianto, sarà chiuso per scelta politica con data limite 31 dicembre 2027. E sì, nei prossimi cinque anni completeremo la riqualificazione del nostro lungomare che è bellissimo, risolvendo la situazione degli Hangar creativi prendendo in carico le persone che abitano là dentro, seguendo la modalità della Chiccaia e di tante altre situazioni che siamo andati a sanare".

I nastri e il 'sindaco ombra'

Tra le note di colore, il conteggio dei nastri tagliati e la risposta indiretta a Guarducci: "Vuole fare il sindaco ombra? Con il 30% in meno dei voti - sorride Salvetti - forse vorrebbe fare l'ombra del sindaco. Detto questo ci sono esperienze, più che altro a sinistra e all'estero, ma servirebbe l'appoggio del partito e non mi pare che ce l'abbia. Quanto ai nastri tagliati, invece, confesso di aver sofferto molto (ride, ndr) in questo periodo di campagna elettorale durante il quale non si potevano fare inaugurazione, ero in astinenza e non vedo l'ora di ripartire. Non li ho contati ma in questa scatolina ci sono tutti e sono tutti importanti perché significa che dietro c'è un'opera, un lavoro. E lo hanno capito anche i livornesi: sui social mi prendevano in giro chiamandomi taglianastri, adesso sanno cosa c'è dietro",

Giunta Comunale, chi sono gli assessori scelti da Salvetti e le deleghe

giunta salvetti-3

La squadra di governo ripartirà dunque dalla confermata vicesindaco Libera Camici, che avrà le deleghe all'Istruzione e alla Partecipazione, da Viola Ferroni, titolare del Bilancio e della Partecipate, da Silvia Viviani all'Urbanistica e da Andrea Raspanti a Sanità e Sociale. Il segretario del Pd, Federico Mirabelli, prenderà l'eredità di Gianfranco Simoncini (Lavoro e Sviluppo), oltre alla delega ai Lavori Pubblici, mentre l'altro nuovo entrato Michele Magnani si occuperà di Politiche Giovanili e il sindaco prenderà la delega al Porto che fu di Barbara Bonciani. Restano in carica Simone Lenzi (Cultura), Giovanna Cepparello (Mobilità e Ambiente) e Rocco Garufo (Commercio e Turismo). Queste, in sintesi, le deleghe e gli assessori della nuova giunta:

SINDACO: Luca Salvetti (Polizia Locale - Sicurezza partecipata - Protezione Civile - Sport e impianti sportivi - Porto e integrazione porto-città - Anagrafe e URP - Comunicazione - Enti e associazioni sovracomunali - Fondi Europei)
VICESINDACO: Libera Camici (Istruzione e politiche educative - La città dei bambini e delle bambine - Edilizia scolastica - Consigli di zona, partecipazione, decentramento - Promozione dei Quartieri - Pari Opportunità - Tutela e benessere degli animali da affezione)
LAVORO E SVILUPPO: Federico Mirabelli (Opere e lavori pubblici - Patrimonio - Manutenzioni strutture e impianti pubblici - Politiche del Lavoro - Sviluppo economico - Attività produttive - Blue economy)
BILANCIO: Viola Ferroni (Bilancio e Finanze - Personale - Società partecipate - Rapporti con il consiglio comunale - Demanio marittimo - Servizi cimiteriali)
SOCIALE: Andrea Raspanti (Politiche per la coesione sociale e l'integrazione sociosanitaria - Sanità e nuovo ospedale - Politiche per la casa - Terzo settore - Diritti)
CULTURA: Simone Lenzi (Cultura - Biblioteche e musei - Fondazione Goldoni - Toponomastica - Relazioni internazionali - Affari legali)
URBANISTICA E POLITICHE AMBIENTALI: Silvia Viviani (Interventi strategici pubblici - Attuazione del Piano del Verde - Coordinamento opere PNRR - Rigenerazione urbana - Politiche urbanistiche - Politiche ambientali - Edilizia Privata - Sviluppo e valorizzazione dei Quartieri)
POLITICHE GIOVANILI E FORMAZIONE: Michele Magnani (Formazione e Innovazione - Politiche giovanili - Servizi per l'adolescenza - Campus Livorno - Transizione digitale - Start up giovanili - Coworking e centri aggregativi)
COMMERCIO E TURISMO: Rocco Garufo (Turismo sostenibile - Fondazione Lem - Commercio e Suap - Rilancio aree mercatali e Mercato Centrale - Amministrazione del suolo pubblico)
MOBILITÀ E RIFIUTI: Giovanna Cepparello (Mobilità sostenibile Cura dello spazio pubblico e della città - Pronto intervento SegnalaLi - Manutenzione, cura e incremento del verde in città - Gestione dei rifiuti e igiene ambientale - Accessibilità e Peba - Politiche del cibo)

nella pagina successiva le schede degli assessori

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giunta comunale, Salvetti presenta la squadra e ironizza: "Non vedo l'ora di tornare a tagliare nastri, ero In astinenza" | VIDEO
LivornoToday è in caricamento