Rifiuti, Salvetti: "Si alza il vento e Livorno diventa una pattumiera"

Il candidato sindaco di Pd, Futuro e Mdp, in giro tra la gente per la campagna elettorale, attacca la giunta pentastellata sulla gestione della raccolta differenziata

"Appena si alza il vento, Livorno diventa una pattumiera". L'attacco arriva dal candidato sindaco di Pd, Futuro e Mdp Luca Salvetti che, nella giornata del 26 marzo (il giorno dell'allerta meteo, ndr), ha fatto un giro in centro per vedere con i propri occhi cosa accade ai sacchi della raccolta differenziata durante le giornate ventose. "Strade sporche, rifiuti in terra sparsi ovunque, sacchi dell’immondizia 'volanti' e gli operatori di Aamps e di Avr impegnati nel limitare il disagio ai cittadini causato da scelte nefaste ed inconcludenti dell’amministrazione" è il commento di Salvetti dalla fanpage di Facebook.

Il candato sindaco poi continua: "Nel mio tour per incontrare i livornesi non poteva certo mancare la tappa in centro. - dice il giornalista in corsa per le elezioni amministrative -. In questa giornata ventosa ancora più di altre volte sono rimasto esterrefatto. Le brutture si vedono ad ogni angolo di strada e non c’è un cittadino che non mi venga incontro per rappresentarmi uno spaccato della nostra Livorno lasciata allo sbando".

"I cassonetti con tessera magnetica non funzionano"

Altro tasto dolente è quello riguardante i cassonetti con tessera magnetica: "Presentati come un'innovazione irrinunciabile eppure non ce n’è uno che funzioni! Gli abitanti del centro si ritrovano nell'impossibilità di gettare i rifiuti e, nella migliore delle ipotesi, vagano alla ricerca di un contenitore che si apra davvero. Spesso sono costretti a lasciare tutto in terra oppure in bella mostra sui cestini o intorno ad essi. E Aamps cosa fa? Continua ad incrementare i passaggi dei netturbini con i costi di realizzazione del servizio che lievitano". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I furbetti del cassonetto

In ultimo ci sono i soggetti che non pagano niente, non hanno alcuna tessera magnetica per i cassonetti ma creano disagio alle migliaia di famiglie livornesi oneste e scrupolose che popolano il centro. Con il mio gruppo di lavoro desidero trovare soluzioni da attuare concretamente e in tempi rapidi. Nei prossimi giorni saremo nuovamente in zona per approfondire le numerose questioni irrisolte del nostro centro cittadino". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stabilimenti balneari, le tariffe 2020: quanto costa l'estate "sui bagni" tra abbonamenti, ombrelloni, lettini e cabine

  • Fase 2 Toscana: le linee guida stabilimenti balneari, campeggi, parchi di divertimento e ristoranti. L'ordinanza della Regione

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

  • Pronto Soccorso, accessi per storte e "troppo sole". Medici stremati: "Non siamo più i vostri eroi?"

  • Bagni Fiume, apertura il 20 giugno con ingressi giornalieri: "I vecchi abbonati possono riconfermare cabina e ombrellone per il 2021"

Torna su
LivornoToday è in caricamento