Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Salute

Tecnici della Sanità, l'Ordine denuncia l'esercizio illegale della professione: "L'abusivismo è un fenomeno diffuso"

La presidente Cristiana Baggiani: "Intraprese azioni per la salvaguardia dei cittadini"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

Riceviamo e pubblichiamo integralmente un comunicato dell'Ordine delle professioni sanitarie TSRM-PSTRP in merito all'esercizio illegale della professione.

"Stop all'esercizio illegale delle professioni: si muove l'Ordine delle Professioni sanitarie TSRM-PSTRP di Pisa Livorno e Grosseto. Per salvaguardare il diritto alla cura, stiamo avviando una serie di iniziative con l'obiettivo di promuovere e far conoscere le professioni afferenti all'Ordine, le relative competenze e gli ambiti di esercizio". Lo dichiara Cristiana Baggiani, presidente dell'Ordine delle Professioni sanitarie TSRM-PSTRP (Ordine dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione) di Pisa, Livorno e Grosseto. L'abusivismo è un fenomeno diffuso e trasversale a tutte le professioni della sanità – peraltro regolato dall'articolo 348 del Codice Penale, visto che si tratta di un esercizio illegale della professione sanitaria – e l'Ordine ha deciso di intraprendere una serie di azioni di salvaguardia e tutela dei cittadini, rivolgendosi in modo ufficiale a organizzazioni sanitarie pubbliche e private, presenti sul territorio di propria competenza, allo scopo di invitarle alla verifica dell'iscrizione all'Albo/Elenchi Speciali dei professionisti impiegati presso le proprie strutture ed alla comunicazione di quelle situazioni di difficile valutazione in uno spirito di collaborazione. 

Cristiana BaggianiUna scelta che trova fondamento nell'istituzione degli Ordini per le professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (definita con la legge 3/2018), che ha permesso di descrivere un preciso assetto delle professioni titolate ad agire in ambito sanitario anche nel territorio di Pisa, Livorno e Grosseto.

"Non tutti hanno compreso appieno il senso di questa azione finalizzata a garantire la salute dei cittadini - aggiunge Baggiani - ma nella maggior parte dei casi abbiamo trovato disponibilità e collaborazione. Dato che l'iscrizione all'Ordine assicura titolarità e competenza, esiste un modo con il quale anche i cittadini possono accertarsi se il professionista al quale si rivolgono è iscritto. Tramite il sito webiscritti.tsrmweb.it, inserendo il nominativo, selezionando la provincia e la professione può averne conferma". L'invito ai cittadii è a segnalare le situazioni che non risultano essere conformi direttamente all'Ordine attraverso il modulo presente sul sito www.ordineprofessionisanitariepisalivornogrosseto.it/normativa/".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tecnici della Sanità, l'Ordine denuncia l'esercizio illegale della professione: "L'abusivismo è un fenomeno diffuso"

LivornoToday è in caricamento