rotate-mobile
Scuola

Accoglienza e inclusione degli alunni stranieri: protocollo d'intesa tra Comune e istituti comprensivi

Tra i principi base l'inalienabilità del diritto all’istruzione, in quanto strumento fondamentale per assicurare la crescita e lo sviluppo di qualunque contesto sociale

Nella mattina di oggi, martedì 14 maggio, è stato sottoscritto un protocollo d'intesa tra l'Ufficio scolastico provinciale, i dirigenti degli istituti comprensivi del territorio e l'amministrazione comunale per l'accoglienza e l'inclusione degli alunni stranieri. L'obiettivo è la costituzione di una rete territoriale in grado di regolamentare e facilitare l'integrazione e l'accoglienza degli alunni stranieri che si iscrivono ad anno scolastico avviato, garantendo una distribuzione più equa nelle classi, volta a stimolare un'esperienza educativa inclusiva per gli alunni. 

"Il protocollo è frutto di mesi di confronti con i dirigenti sui bisogni emersi dalle scuole – ha commentato il dirigente dell'Ufficio scolastico provinciale Andrea Simonetti – è un lavoro contraddistinto da una grande cura del particolare. È uno dei pochi strumenti del genere in Toscana e andrebbe il più possibile diffuso e fatto conoscere". 

Il protocollo si basa su procedure chiare e condivise, dove ogni sottoscrittore gioca un ruolo fondamentale per poter riuscire a garantire un'efficace accoglienza degli alunni non italofoni nel contesto della classe e del territorio attraverso un approccio olistico e orientato all'integrazione. L'obiettivo è quello di individuare delle procedure semplificate e uguali per tutti gli istituti comprensivi per andare incontro alle necessità delle famiglie e garantire un approccio omogeneo da parte degli enti coinvolti nella procedura. 

Tra gli istituti cittadini maggiormente coinvolti nel progetto, vista l'alta percentuale di alunni stranieri, troviamo il Benci-Borsi: "Ringrazio l'esperienza delle scuole di Prato, che è stata di grande ispirazione – ha commentato la dirigente Simona Michel - finalmente abbiamo a disposizione una procedura condivisa da fornire alle famiglie degli alunni stranieri. Ma non finisce qui, ora il nostro impegno sarà quello di sincronizzare il lavoro delle associazioni coinvolte".

"Tra i principi alla base del protocollo - sottolinea il Comune -, in primis l'inalienabilità del diritto all'istruzione, in quanto strumento fondamentale per assicurare la crescita e lo sviluppo di qualunque contesto sociale. L'educazione interculturale costituisce lo sfondo da cui prendono avvio la specificità dei percorsi formativi rivolti agli alunni e le attività interculturali previste dagli Istituti Comprensivi della città di Livorno, al fine di “contaminare” e arricchire di significati metaculturali l'approccio pedagogico, educativo e didattico nella loro interezza". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accoglienza e inclusione degli alunni stranieri: protocollo d'intesa tra Comune e istituti comprensivi

LivornoToday è in caricamento