Scuola, rebus rientro dopo malattia: quando serve il certificato medico? Camici: "Chiederò spiegazioni alla Regione"

Alcuni istituti cittadini pretendono la dichiarazione del dottore anche dopo un solo giorno di assenza, altri dopo quattro. La vicesindaco: "Serve uniformità"

La scuola è iniziata da pochi giorni, ma c'è un aspetto che, secondo molti genitori, ancora non è stato chiarito: il rientro in classe dopo un'assenza per malattia. Le linee guida della Regione Toscana parlano della possibilità di ritorno dopo la presentazione di un certificato medico per "assenze superiori al numero di giorni previsto dalla normativa vigente", che nel caso degli asili nido e della scuola dell'infanzia sono tre. 

Nonostante sia tutto scritto nero su bianco, alcune scuole cittadine chiedono il certificato dopo il quarto giorno di assenza altre solamente dopo il primo. "Sono al corrente di episodi del genere - conferma la vicesindaco Libera Camici - che so essersi risolti grazie all'introduzione di una autocertificazione firmata dai genitori. Tuttavia non si può certo andare a sentimento e lasciare un aspetto così delicato all'interpretazione dei dirigenti scolastici. In tal senso chiederò al più presto un'interpellanza alla Regione perché ci fornisca un'interpretazione ufficiale che non lasci spazio ai dubbi e alla libera decodificazione".

Per quanto riguarda la decisione dei pediatri e dei medici di famiglia di rilasciare il certificato dopo aver fatto un tampone, Camici ha le idee chiare: "Stiamo cercando di avere una uniformità di trattamento e lavorare in un clima di collaborazione, anche se questa rimane una decisione che alla fine spetta al singolo medico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pesca sportiva, due livornesi fermati con 48 chili di orate: multa di 8mila euro, il pesce regalato alla Caritas

  • Rosignano Solvay, esplosione in una palazzina: grave una donna

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Parco del Mulino, conti in rosso e rischio chiusura. L'appello: "Prenotate una pizza da noi per tenere in vita il progetto"

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Toscana zona rossa, l'ordinanza di Giani: nuove misure anti Covid per spostamenti ed attività

Torna su
LivornoToday è in caricamento