Scuola

Scuola, si torna in aula. Il saluto del sindaco agli studenti: "In presenza grazie ai vaccini"

Il messaggio di Salvetti ai ragazzi e alle ragazze per il nuovo anno scolastico: "Una vera e propria ripartenza dopo un anno di restrizioni". La presidente della Provincia: "Rientro in classe in sicurezza"

Domani, mercoledì 15 settembre, tutti gli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado di Livorno torneranno in classe per la ripresa dell'anno scolastico. All'insegna della ripartenza, dopo un periodo caratterizzato da restrizioni e limitazioni a causa della pandemia. Sia il sindaco Luca Salvetti che la presidente della Provincia, Marida Bessi, hanno voluto inviare un messaggio a tutti i giovani che, zaini pronti e astucci alla mano, faranno ritorno sui banchi. 

Per l'occasione proprio il sindaco di Livorno e la vicesindaco, Libera Camici, domani faranno un saluto a alunni e insegnanti di alcune scuole della città. Alle 9 saranno alla scuola secondaria di I° grado Gamerra, in via Veneto, alle 9.30 faranno tappa alla primaria Razzauti, in via Basilicata e infine, alle 10, alla scuola dell'infanzia Pestalozzi, in via Olbia. 

Salvetti: "La presenza è necessaria, e sarà possibile grazie alla campagna di vaccinazione"

"Inaugurare questo anno scolastico significa sottolineare una vera e propria ripartenza dopo un anno e mezzo di restrizioni, lockdown e didattica a distanza - ha scritto il sindaco Luca Salvetti nel messaggio rivolto agli studenti livornesi -. I giovani hanno particolarmente subito i disagi della pandemia che li ha tenuti lontani dai coetanei, dai luoghi di studio, di sport e divertimento. Inoltre la chiusura delle strutture scolastiche ha creato un grave disagio sociale di cui i giovani hanno pagato il tributo più pesante". 

"La scuola - ha aggiunto - ha lo scopo di educare a diventare cittadini consapevoli e di educare alla cultura, alla capacità di stare con gli altri in armonia e alla socializzazione. È per questo che è necessaria la presenza, che da questo anno scolastico sarà possibile grazie alla campagna di vaccinazione che ha coinvolto tutta la cittadinanza e i giovani sopra i 12 anni. Le classi interamente vaccinate potranno seguire le lezioni senza i dispositivi di protezione individuale e le lezioni di svolgeranno in sicurezza. A questo proposito - ha concluso Salvetti - mi sento di ringraziare i giovani livornesi e le loro famiglie che prestano attenzione alla propria sicurezza e a quella degli altri. Auguri a tutti di buon anno scolastico".

Bessi (presidente della Provincia): "Criticità in via di risoluzione, lezioni al via in modo sicuro"

Per l'inizio del nuovo anno scolastico un messaggio di auguri è stato inviato agli studenti anche da parte della presidente della Provincia, Marida Bessi: "È con vero piacere che rivolgo un augurio di buon lavoro agli studenti e alle loro famiglie, agli insegnati, ai dirigenti e a tutto il personale della scuola. Per il secondo anno consecutivo, la riapertura delle scuole vede il Paese ancora impegnato nelle tante attività tese a limitare la circolazione del covid-19, ma l’esperienza vissuta in questo lungo periodo di pandemia ci trova meno impreparati. Anche quest’anno il nostro impegno è stato improntato alla migliore predisposizione degli spazi scolastici e, grazie all’interlocuzione continua con i presidi e il provveditorato, la scuole possono iniziare le lezioni in presenza e in modo sicuro, secondo gli obiettivi che tutti insieme, dal Ministero dell’Istruzione alla Regione e alle Istituzioni locali e scolastiche,ci siamo posti".

"Mi preme - ha aggiunto -, inoltre, sottolineare che sono in via di risoluzione le criticità legate ad alcuni lavori in corso in due istituti, a Livorno e Portoferraio, che tuttavia non interferiscono con l’inizio dell’anno scolastico. Come Amministrazione Provinciale abbiamo davanti il grande impegno di portare a realizzazione gli importanti progetti di edilizia scolastica, per i quali abbiamo ricevuto finalmente risorse adeguate per oltre 13 milioni di euro. Per far questo abbiamo scelto di ampliare in maniera consistente l'organico nei settori tecnici, con l’ingresso di professionalità tecniche adeguate che ci consentiranno di affrontare con maggiore tempestività sia le problematiche nel quotidiano, sia le questioni procedurali amministrative. Entro l’anno contiamo di concludere l’affidamento di tutte le attività progettuali finanziate, in modo da arrivare, nel corso del 2022, alle gare di appalto vere e proprie che riguardano interventi consistenti nei poli scolastici dell’intero territorio".

"Abbiamo messo al centro della nostra attività la cura e la salvaguardia del bene primario che è la Scuola - ha dunque concluso - , in primo luogo come ambiente educativo, di confronto e di crescita umana prima ancora che luogo di apprendimento di saperi e nozioni. Lo dobbiamo ai nostri ragazzi che in questo contesto così complesso stanno dimostrando una grande maturità nell'affrontare la situazione. L’alto tasso di vaccinazioni nelle classi di età comprese tra 12-18 anni, superiore al 42% per il ciclo completo e al 64% per la prima dose, testimonia il loro grado di consapevolezza, senso di comunità e altruismo. Dobbiamo ripagare questa loro fiducia nelle Istituzioni con un impegno sempre maggiore nell’agire per il bene comune di tutti. Formulo, quindi, i migliori auguri per il nuovo anno scolastico, con l’auspicio che il Paese prosegua compatto nel superamento di questa fase così difficile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, si torna in aula. Il saluto del sindaco agli studenti: "In presenza grazie ai vaccini"

LivornoToday è in caricamento