"Orto in condotta", consegnati 1500 kg di compost a sei scuole cittadine

In occasione dell'ottava edizione del "Mercato contadino" è stato donato il terricciato per gli orti degli istituti che aderiscono al progetto di Slow Food

Fiamma Tofanari, l'ass. Giuseppe Vece, Paola Petrone e Valentina Gucciardo

Si avvicina l'ottava edizione del Mercato Contadino  - in programma il 14 maggio a Villa Mimbelli – appuntamento ormai consolidato nell'ambito del progetto educativo "Orto in condotta" che vede coinvolte numerose scuole della città. Slow Food e Aamps, in collaborazione con l'amministrazione comunale, hanno unito le forze e hanno lavorato insieme per rendere l'evento di quest'anno ancora più "green", programmando per la giornata del 14 maggio l'installazione di una mini isola ecologica per la differenziazione dei rifiuti prodotti. Nel corso della mattina di lunedì 25 marzo, inoltre, i referenti del progetto e i delegati di Aamps hanno consegnato a 6 scuole livornesi circa 1500 kg complessivi di compost derivante dalla lavorazione dei rifiuti organici smaltiti dai cittadini livornesi grazie ad una corretta raccolta differenziata. 

Le scuole che ricevono il compost

Le scuole coinvolte sono state l'istituto comprensivo "G. Micali",  la scuola elementare "A. Dal Borro", l'istituto "Barriera Margherita", le scuole dell'infanzia "La Palazzina" e "Pilo Albertelli" e la scuola elementare "Renato Natali". Quest'ultima ha ospitato una simbolica cerimonia di consegna alla presenza di Fiamma Tofanari, fiduciaria di Slow Food e Valentina Gucciardo, referente di Slow Food per Orto in Condotta, del direttore generale di Aamps Paola Petrone e dell'assessore Giuseppe Vece di fronte ai ragazzi delle classi IV, in rappresentanza di tutti gli studenti, e ai docenti coinvolti in questo progetto ambientale ed educativo.Il compost donato verrà utilizzato come fertilizzante per gli orti assegnati ad alcune classi di queste scuole e, inoltre, vista la grande quantità disponibile, potrà essere utilizzato anche durante le lezioni di tecnologia ed eventualmente per altre iniziative didattiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli obiettivi di "Orto in condotta"

 "Con Orto in Condotta e grazie agli interventi che il Cnr ha fatto nelle scuole negli anni passati – ha dichiarato Fiamma Tofanari di Slow food Livorno – la pratica del compostaggio è ormai piuttosto diffusa e conosciuta nelle scuole. Siamo certi, quindi, che la grande disponibilità di compost fornito da Aamps ci aiuterà a continuare a mantenere accesi i riflettori sull'argomento facendo capire meglio ai ragazzi il valore di differenziare correttamente.  Come recita il manifesto sull'educazione, per Slow Food l'educazione è imparare facendo, perché l'esperienza diretta alimenta e rafforza l'apprendimento. Ed oggi, abbiamo fatto fare ai ragazzi un passo in più su questa strada". 
Il progetto "Orto in Condotta" di Slow Food è presente a Livorno dall'anno scolastico 2011-2012. Partito in 11 scuole, adesso è presente in oltre 30 istituti, dal nido alla secondaria di primo grado. Dal 2012 ogni fine anno Slow Food organizza un "Mercato contadino” degli orti scolastici, durante il quale le scuole "vendono" i prodotti dell'orto e/o manufatti sul tema. Le donazioni raccolte rimangono a sostegno del progetto a eccezione di una piccola parte che ogni anno viene destinata a un progetto di solidarietà scelto insieme alle insegnanti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus, due morti e 10 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia: il bollettino di domenica 22 marzo

  • Coronavirus: un morto e 10 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 184 in Toscana. Il bollettino di lunedì 23 marzo

  • Coronavirus: nono decesso e 22 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 238 in Toscana. Il bollettino di martedì 24 marzo

Torna su
LivornoToday è in caricamento