"Agro-social, seminiamo valore": progetto sui detenuti, la SS. Annunziata di San Vincenzo conquista il primo posto

L'azienda agricola della provincia di Livorno ha battuto la concorrenza con il suo "Recto Verso"

Foto pagina Facebook SS.Annunziata

È stata l'azienda agricola SS. Annunziata di San Vincenzo ad aggiudicarsi il primo premio della prima edizione del bando "Agro-social: seminiamo valore", realizzato da Confagricoltura e JTI Italia con lo scopo di realizzare piani di inserimento sociale e lavorativo dei soggetti più deboli. L'azienda di Beatrice Massaza ha conquistato il gradino più alto del podio davanti all'Associazione Cenci - Casa Laboratorio di Terni con il progetto "Recto Verso", rivolto a favore dei detenuti che hanno scontato la pena. Alla SS. Annunziata, come premio, andranno 40mila euro "per la capacità di coniugare innovazione e sostenibilità a 360°. 

Giansanti: "Coniugare il welfare con la produttività e la salute"

L'annuncio dei vincitori è avvenuto alla presenza di Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura, e Gian Luigi Cervesato, presidente e amministratore delegato di JTI Italia. All'appuntamento hanno preso parte anche il viceministro all'Economia e Finanze Antonio Misiani e il sottosegretario MIPAAF Giuseppe L'Abbate.

"Il nostro Paese – ha dichiarato Massimiliano Giansanti - è leader in Europa per l’agricoltura sociale. Confagricoltura ha sempre creduto al ruolo determinante del settore nel contesto sociale ed economico. In questo momento storico poi, così delicato per l’Italia, siamo convinti della necessità di investire in questo modello di sviluppo virtuoso e competitivo, che permette di coniugare le politiche del welfare con la produttività e la salute".

"I soggetti più vulnerabili della società, grazie ad iniziative come queste, divengono protagonisti attivi della vita agricola e produttiva dei territori, coniugando innovazione e antichi saperi - ha dichiarato L'Abbate -. Risultati ancor più determinanti alla luce del tragico momento storico che stiamo vivendo e che dobbiamo fronteggiare facendoci comunità. E in ciò l’agricoltura dimostra, ancora una volta, la sua importante funzione sociale"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

  • Coronavirus, meno contagi con più tamponi: 57 positivi tra Livorno e provincia, 962 in Toscana. Il bollettino di martedì 24 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento