rotate-mobile
social

Caldo intenso, cinque falsi rimedi per trovare sollievo dall'afa

Alcuni accorgimenti messi in atto quotidianamente si rivelano in realtà controproducenti

Sono giorni, quelli che stiamo vivendo, in cui quasi si fa fatica a respirare a causa del caldo intenso. Da settimane, infatti, le temperature si mantengono stabili ben oltre la media anche nella nostra città, costringendoci ad una battaglia quotidiana contro l'afa. Alcuni rimedi frequentemente utilizzati per trovare un po' di refrigerio, tuttavia, sono in realtà controproducenti, ottenendo l'effetto contrario a quello desiderato. 

I cinque falsi rimedi contro il caldo

  • Bagno o doccia gelata: farsi un bagno o una doccia gelata è pressoché inutile, in quanto la sensazione di refrigerio dura solo pochi minuti, trascorsi i quali si avverte una sensazione di caldo ancora maggiore. Tale pratica, inoltre, può essere pericolosa a causa dello shock termico a cui viene sottoposto l'organismo. Consigliato, invece, un pediluvio freddo: in questo caso un "piccolo" shock termico contribuisce ad abbassare gradualmente la temperatura del corpo.
  • Bere una bella birra fresca: l'alcol è un vasodilatatore che crea instabilità circolatoria. Ciò causa un abbassamento di pressione peggiorando lo stato di benessere generale.
  • Gelato e granite: con le temperature così elevate sono da evitare i gelati particolarmente cremosi e calorici. Le calorie, infatti, producono energia e, di conseguenza, calore. Meglio optare quindi per una fresca granita di frutta. 
  • "Abbracciare" il ventilatore: attaccarsi al ventilatore contribuirà soltanto a farci asciugare il sudore addosso, avvertendo nuovamente caldo appena ci allonteneremo dall'elettrodomestico. Il ventilatore deve essere utilizzato per far circolare aria nella stanza, causando così una diminuzione della temperatura.
  • Condizionatore "a palla": sconsigliato impostare a 22° il condizionatore e chiudersi in una stanza. Il problema, infatti, sarebbe ampliato non appena usciamo da casa, dove ad attenderci ci sono temperature ben più elevate. Il consiglio è di tenere l'aria condizionata a 6-8 gradi in meno rispetto all'esterno: in questo caso il sollievo sarebbe comunque assicurato e lo shock "dell'uscita" sarebbe minore.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo intenso, cinque falsi rimedi per trovare sollievo dall'afa

LivornoToday è in caricamento