Livorno e il cinema, quando il Cisternone fu trasformato nel teatro di Amburgo per il film "I sequestrati di Altona"

Le foto di Hitler, Himmler e Gobbels tra le colonne dell'opera di Pasquale Poccianti per riprodurre lo "Schauspielhaus" della Germania post bellica. Una curiosità ai più sconosciuta

Livorno e il cinema, un legame che, nel corso degli anni, è stato sempre particolarmente produttivo. Come dimenticare la celebre scena finale de "Il Sorpasso" con protagonista Vittorio Gassman girata sul Romito o le "vespine" per i vicoli del Borgo e della Venezia di Marematto con Jean Paul Belmondo nei panni del "livornese"? Per non parlare poi dei film con Bud Spencer come Lo chiamavano Bulldozer e Bomber e quelli con Renato Pozzetto come Ricchi, ricchissimi... praticamente in mutande ed È arrivato mio fratello che hanno contribuito a rafforzare ulteriormente la notorietà della nostra città, diventata poi sede privilegiata di riprese per il regista livornese Paolo Virzì, che qui ha voluto girare Ovosodo e La prima cosa bella. Non tutti, però, sanno che Livorno, e in particolare il Cisternone, hanno avuto un ruolo anche ne I sequestrati di Altona, film del 1962 diretto da Vittorio De Sica ambientato nella Germania post bellica con protagonisti Sophia Loren e Maximilian Schell e vincitore di due David di Donatello.

i sequestrati di altona cisternone 2-2-2

È infatti proprio il Cisternone, addobbato sulle sue colonne con i ritratti di Hitler, Himmler e Gobbels, i volti più noti della follia nazista, il teatro di Amburgo nel quale Sophia Loren, nei panni di Johanna, recita in un'opera brechtiana. Al suo esterno, in una serata di galà, persone in abiti da sera pronte a godersi lo spettacolo. Un breve spaccato che agli spettatori livornesi non sarà certamente sfuggito.

sophia loren cisternone-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Piombino, muore a 48 anni davanti alla compagna mentre fa trekking

  • Coronavirus: 108 positivi e 10 morti tra Livorno e provincia, 1.351 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di giovedì 26 novembre

  • Serie C, Grosseto-Livorno 1-0: Sicurella beffa gli amaranto nel recupero

  • Coronavirus: 174 positivi e 5 morti tra Livorno e provincia, 1.892 nuovi casi in Toscana. Il bollettino di sabato 21 novembre

  • Caos Livorno, Sicrea sul gruppo Carrano: "Non ha ancora pagato le nostre quote, restano 48 ore"

  • Coronavirus, meno contagi con più tamponi: 57 positivi tra Livorno e provincia, 962 in Toscana. Il bollettino di martedì 24 novembre

Torna su
LivornoToday è in caricamento