social

Ospedale, nuova risonanza magnetica da 650mila euro in Neuroradiologia

L'apparecchio, acquistato tramite gara Consip, permetterà un incremento delle capacità diagnostiche

L'ospedale di Livorno, tramite gara Consip, si è aggiudicato un nuovo apparecchio di risonanza magnetica dal valore di oltre 650mila euro. Uno strumento di ultima generazione, che sarà messo a disposizione della Neuroradiologia andando a sostituire il vecchio apparecchio permettendo così un notevole salto in avanti qualitativo delle prestazioni effettuate. L'acquisto andrà a completare il rinnovo totale del parco macchine del reparto dopo l'acquisizione di una nuova Tac a 64 strati e di un nuovo angiografo, entrambi nettamente più performanti delle precedenti apparecchiature.

Gaglianone: "Strumento all'avanguardia, ora maggiori capacità diagnostiche"

“Si tratta di un modello top di gamma che ci permetterà di implementare i nostri esami con l'utilizzo di metodiche non disponibili sulla macchina attuale, quali la spettroscopia, la perfusione, la diffusione anisotropica e la trattografia - spiega Stefania Gaglianone, direttore della Neuroradiologia di Livorno -. Questo renderà possibile un incremento delle capacità diagnostiche degli esami effettuati e, in particolare, un miglior studio dei pazienti con neoplasie cerebrali offrendo un importante supporto all'attività garantita del reparto di neurochirurgia".

"La nuova risonanza magnetica - aggiunge - avrà a disposizione un parco bobine decisamente maggiore e soprattutto un gantry, ovvero la struttura ad anello orizzontale, più ampio, che permetterà di eseguire esami sia a pazienti obesi sia a quelli in condizioni cliniche con posizione obbligata, ma anche di agevolare l'esecuzione dell'esame a persone con problematiche legate alla claustrofobia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale, nuova risonanza magnetica da 650mila euro in Neuroradiologia

LivornoToday è in caricamento